Nell’Oval di Gangneung (Corea del Sud), gli attesi 5000 metri maschili riservano amarezza per l’Italia alle Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018.Nicola Tumolero, campione d’Europa in carica, non va oltre l’ottava posizione concludendo la sua prova in 6’15″48. La pattinata dell’atleta di Asiago è molto bella tecnicamente ma è mancato il cambio di passo negli ultimi 1000 metri, necessario per aspirare alle posizioni che contano. Si sapeva che il podio sarebbe stato molto difficile ma ci si aspettava qualcosa in più.
Delusione anche per Andrea Giovannini ed in parte per Davide Ghiotto. Il pinetano, dopo un avvio confortante sul passo dei 29″8 a giro, è letteralmente crollato nella seconda parte non riuscendo a tenere il ritmo e chiudendo lontanissimo dal suo personale in 20esima posizione con il crono di 6’30″71. Andamento speculare per Ghiotto, in fase calante dai 3000 metri in avanti, chiudendo in 6’29″25 (19°). C’è da dire che per il 23enne di Altavilla Vicentina questa distanza non è la migliore anche se le risposte di quest’oggi sono negative pensando ai 10000 metri.
Si conferma l’olandese Sven Kramer, al terzo oro olimpico in questa specialità, cosa mai riuscita a nessuno nello speed skating. Un incedere “pacato” inizialmente per poi mettere in pista tutti i “cavalli” negli ultimi 2000 metri ed ottenere l’ennesimo trionfo (6’09″76, nuovo record olimpico). Alle sue spalle, separati da appena due millesimi, l‘olandese naturalizzato canadese Ted-Jan Bloemen (6’11″616) ed il norvegese Sverre Lunde Pedersen (6’11″618). Una gara in parallelo per i due, insieme nella terzultima batteria, con il primatista del mondo della distanza a piegare lo scandinavo al fotofinish.
PyeongChang
Lollobrigida: "Punto alla medaglia a Pechino ma la Federazione deve essere più vicina agli atleti"
03/03/2018 A 12:18
giandomenico.tiseo@oasport.it
PyeongChang
Amarezza Francesca Lollobrigida: settimo posto nella mass start, 12° Giovannini
24/02/2018 A 12:42