Domenica 24 ottobre, una spettacolare cerimonia di apertura alla Štark Arena di Belgrado ha segnato l'inizio del 21° Campionato mondiale di boxe maschile AIBA. Dal 24 ottobre al 6 novembre, più di 500 pugili provenienti da oltre 88 paesi parteciperanno a quella che promette di essere la competizione più spettacolare nella storia dei Campionati del mondo di boxe AIBA.
Nuove categorie di peso, montepremi più alto, trofeo Val Barker
Il 21° Campionato mondiale di pugilato AIBA promette di essere il più emozionante di sempre. Più di 500 atleti si sfideranno suddivisi in ben 13 categorie di peso, perciò possiamo aspettarci entusiasmanti incontri alla pari. Ora il nuovo sistema di sorteggio non favorirà più i pugili migliori accoppiandoli con i concorrenti più deboli all'inizio del torneo. Anche nelle prime fasi ci saranno abbinamenti interessanti tra atleti di pari livello, e non sarà affatto sorprendente vedere alcuni dei favoriti essere eliminati già nei primi incontri.
Pugilato
Video dei momenti salienti del campionato mondiale di boxe maschile AIBA 2021
22/11/2021 A 18:47
Dato l’elevato numero di partecipanti, alcune categorie richiederanno ad ogni pugile di disputare quattro o cinque incontri per guadagnarsi la possibilità di ottenere una medaglia. Possiamo aspettarci di assistere a incontri emozionanti con risultati imprevedibili, per la gioia degli appassionati di boxe di tutto il mondo.
L'AIBA si è assicurata che i pugili abbiano il giusto tipo di motivazione: i vincitori delle medaglie si spartiranno 2,6 milioni di dollari. Questo montepremi è di gran lunga il più importante di qualsiasi competizione di boxe amatoriale ospitata dall'AIBA finora. Inoltre le medaglie sono interamente in oro, argento e bronzo puro, e i campioni riceveranno anche delle cinture.
Una cerimonia di apertura memorabile
Il pubblico della Štark Arena di Belgrado (che ospiterà anche tutti i prossimi incontri) ha goduto di una cerimonia di apertura davvero spettacolare. Una performance ha mostrato la storia della boxe, dai combattimenti con i pugni greci e romani al 648 a.C., quando questa forma di combattimento fu aggiunta agli antichi giochi olimpici, per passare al primo incontro di pugilato organizzato nel 1681, arrivando al 19° secolo, quando la boxe fu trasformata in uno sport competitivo e reintrodotta nei giochi olimpici nel 1904.
Il primo campionato di pugilato AIBA si svolse all'Avana, Cuba, nel 1974, e da allora l'AIBA è rimasta l'organizzatrice degli eventi pugilistici più significativi. Il secondo campionato mondiale fu organizzato a Belgrado nel 1978, e la capitale serba ha avuto l'onore di essere la prima città a ospitare questa fantastica competizione per due volte. Nel 1978 i pugili dell'ex Jugoslavia vinsero sei medaglie d'argento e una di bronzo. Oggi i pugili serbi aspirano a ripetere quel successo, sperando che i tifosi di casa li aiutino ad arrivare sul podio dei vincitori.
I capitani di ciascuna delle squadre nazionali hanno portato le loro bandiere e sono stati salutati dalla folla. È stato anche presentato uno speciale AIBA Fair Chane Team con partecipanti costretti a lasciare i loro paesi a causa di conflitti, dimostrando che l'AIBA si preoccupa anche dei membri della famiglia della boxe che stanno attraversando momenti difficili.
Durante il suo discorso, il presidente dell'AIBA Umar Kremlev ha detto che l'organizzazione ha lavorato duramente per rendere il 21° Campionato del Mondo il migliore della storia. Non solo per il montepremi, il trofeo Val Barker, le medaglie e le cinture, ma anche per le condizioni eque, le nuove classi di peso e le regole che garantiranno a tutti la possibilità di mostrare al mondo i risultati di anni di duro allenamento.
Oltre al presidente Kremlev, sono intervenuti anche il ministro serbo della gioventù e dello sport Vanja Udovičić, il presidente dell'associazione pugilistica serba Nenad Borovčanin e la leggenda della boxe Roy Jones Jr., assieme a diversi altri ambasciatori AIBA. Dopo i discorsi si sono tenute varie esibizioni artistiche che hanno celebrato la boxe come sport, accompagnate da band e celebrità locali, per la gioia del pubblico nella Štark arena e dei telespettatori che hanno seguito la trasmissione in diretta sulla televisione nazionale serba.
Belgrado è (di nuovo) la capitale mondiale della boxe
Come era stato precedentemente annunciato durante la giornata internazionale di celebrazione della boxe di Agosto, Belgrado è stata scelta per ospitare il campionato mondiale di boxe AIBA per la seconda volta. In precedenza Belgrado era stata la capitale della boxe nel 1978, quando l'ex Jugoslavia ospitò l'evento, rendendo la capitale serba l'unica città nella storia ad ospitare il campionato mondiale AIBA più di una volta. Come ha detto nel suo discorso il ministro della gioventù e dello sport della Serbia Vanja Udovičić, si tratta di un grande onore per il suo paese.
Il campionato mondiale AIBA e la giornata internazionale della boxe sono ottime opportunità per far crescere questo sport in Serbia. L'AIBA collaborerà con l'associazione pugilistica serba per promuovere ulteriormente la nobile arte. Il coronamento di questa cooperazione sarà il centro nazionale serbo di pugilato, che raccoglierà i talenti locali nella speranza che diventi una fucina di futuri campioni, come ha detto il presidente della Federazione pugilistica serba Nenad Borovčanin.
"La boxe ci insegna non solo come si fa a tirare un pugno, ma anche come riceverlo, e come rialzarsi da terra e continuare a combattere lealmente. Ci insegna a stare di fronte ai nostri avversari e a guardarli dritti negli occhi. Ci insegna a non barare e a non colpire mai sotto la cintura, e a non colpire mai l'avversario alle spalle. La boxe ci insegna a non arrenderci mai e a dare sempre il meglio di noi stessi sul ring, così come nella vita. Non è un combattimento brutale, la boxe è una forma d'arte".
Pugilato
Sponsored - Boxing : AIBA -63.5 kg
22/11/2021 A 15:11
Pugilato
Sponsored - Boxing : AIBA -92 kg
22/11/2021 A 11:56