Anthony Joshua e Kubrat Pulev sono pronti per dare vita al match di boxe più atteso dell’anno. Stasera (attorno alle ore 23.00-00.00 italiane) i due pugili saliranno sul ring della SSE Arena di Londra e si daranno battaglia per il Mondiale WBA, WBO, IBF, IBO dei pesi massimi: quattro cinture della categoria regina verranno messe in palio nella capitale britannica, il vincitore andrà poi probabilmente a fronteggiare Tyson Fury (iridato per la sigla WBC) per l’unificazione totale della corona dei massimi, evento che manca da un ventennio. Si preannuncia una contesa dall’assoluto spessore tecnico, perché incroceranno i guantoni due pugili con delle doti sopraffine in termini di colpi, velocità, recupero. Sarà un match da “last man standing”, anche se un verdetto ai punti è tutt’altro che da scartare viste le abilità specifiche dei due contendenti.

Il ribattezzato AJ tornerà a combattere sul suolo natale dopo le esperienze all’estero dell’anno scorso, ma non potrà contare sul pubblico delle grandi occasioni: l’emergenza sanitaria ha limitato l’ingresso ad appena 1000 persone nell’impianto della capitale. Il britannico partirà con i favori del pronostico, desideroso di difendere i suoi quattro titoli e di lanciarsi verso la maxi-sfida con Fury che dovrebbe caratterizzare il 2021. Il 31enne nativo di Watford era ritornato sul tetto del Pianeta il 7 dicembre 2019, quando in Arabia Saudita sconfitte ai punti Andy Ruiz Jr., vendicando così l’inaspettato ko subito contro il messicano il 1° giugno di quell’anno. Anthony Joshua non sale sul ring da dodici mesi, era attesissimo al grande rientro e ora è pronto per regalare spettacolo.

Pugilato
Daniele Scardina contro Cesar Nunez per il titolo UE dei supermedi
25/02/2021 A 21:24

Il britannico vanta un record di 23 vittorie (di cui 21 per ko) e una sola sconfitta, tornerà a battagliare alla SSE Arena a otto anni di distanza dal suo trionfo alle Olimpiadi di Londra 2012: proprio in questo impianto, infatti, si mise al collo la medaglia d’oro dei supermassimi dopo aver regolato il nostro Roberto Cammarelle in una finale dal verdetto molto discusso. Anthony Joshua vinse il Mondiale IBF il 9 aprile 2016, mandando al tappeto lo statunitense Charles Martin nel corso del secondo round. Difese quella corona due volte (contro gli americani Dominic Breazeale ed Eric Molina, sempre nel 2016), prima di essere chiamato all’incontro della vita: quello contro il colosso ucraino Wladimir Klitschko. Il 29 aprile 2017 il britannico trionfò e si portò a casa anche i Mondiali vacanti WBA e IBO. A quel punto difese le cinture in due occasioni: contro il francese Carlos Takam (28 ottobre 2018) e contro l’australiano Joseph Parker (31 marzo 2018), quando si portò a casa anche il Mondiale WBO. Le quattro corone sono state difese contro il russo Aleksandar Povetkin il 22 settembre 2018, poi nel 2019 il già citato doppio confronto con Andy Ruiz.

Il match contro Kubrat Pulev era già in programma nel 2017, ma venne cancellato a causa di un infortunio subito dal bulgaro. Ora il 39enne nativo di Sofia ha una nuova occasione, probabilmente l’ultima della sua carriera: 28 vittorie (di cui 14 prima del limite) e 1 sola amarissima sconfitta, ovvero quella contro Wladimir Klitschko nel 2014, quando ad Amburgo si fronteggiarono per il Mondiale IBF. Il ko alla quinta ripresa contro il colosso ucraino non è mai stato digerito dal ribattezzato Cobra, il quale ora sogna il colpo della vita. Negli ultimi sei anni è riuscito a vincere il titolo europeo (il 7 maggio 2016 contro il britannico Derek Chisora), sei mesi dopo si è messo in vita anche l’intercontinentale WBA e la difese nel 2017. Un solo combattimento nel 2018 (contro Hughie Fury), poi due contese negli USA nel 2019 (contro i non irresistibili Bogdan Dinu e Rydell Booker) e ora la sfida attesa per tre anni, per una nuova chance iridata.

Grande rispetto nella conferenza stampa della vigilia, i due pugili non sono venuti a muso duro e hanno mostrato grande lucidità in termini tecnici e tattici. Diamo uno sguardo alle borse, sensibilmente inferiori rispetto ai giorni migliori: si parla di circa 11 milioni di euro per Anthony Joshua e di circa 3,3 milioni di euro per Kubrat Pulev.

stefano.villa@oasport.it

Pugilato
Tyson, retroscena sul primo ko: "Colpa di una maratona di sesso"
17/02/2021 A 17:42
Pugilato
Addio a Leon Spinks: strappò il titolo a Muhammad Ali
07/02/2021 A 11:25