Aziz Abbes Mouhiidine ha combattuto alla pari col colosso Julio Cesar La Cruz Peraza ed è andato vicinissimo a firmare l’impresa da brividi ai Mondiali dilettanti 2021 di boxe. Il pugile italiano ha tenuto testa al fuoriclasse cubano nella Finale della categoria di peso fino ai 92 kg, ha spaventato quello che viene considerato il miglior dilettante in assoluto e ha rischiato di soppiantarlo sul ring della Stark Arena di Belgrado (Serbia). Il 23enne ha disputato un incontro di tutto cuore e lo ha interpretato nella maniera esatta, andando all’attacco fin dal primo istante e sorprendendo con grandissimo vigore il campione olimpico di Tokyo 2020.

SORRIDI IRMA TESTA, IL BRONZO È TUO: LE IMMAGINI DEL PODIO

Ma alla fine l’allievo di Emanuele Renzini e Gennaro Moffa si è dovuto accontentare della medaglia d’argento, perdendo ai punti per split decision (4-1: quattro 29-28, un 28-29). Il campano, capace di infilare cinque vittorie consecutive in questa rassegna iridata e di presentarsi all’atto conclusivo in grandissima forma, ha sfoggiato tutte le sue armi che abbiamo imparato ad apprezzare nel corso delle ultime due settimane: eccellente agilità, precisione dei colpi, ottima velocità di gambe, grande scaltrezza e pregevoli doti di schivata unite ad una buona guardia. Il Guerriero non si è fatto intimorire dal nome e dal palmares di chi si è trovato davanti: i due ori olimpici (tra i mediomassimi a Rio 2016 e tra i massimi tre mesi fa in Giappone) e i quattro titoli iridati consecutivi (2011-2017, tra i mediomassimi) conquistati dal 32enne La Cruz non hanno di certo frenato il nostro portacolori.
Pugilato
Video dei momenti salienti del campionato mondiale di boxe maschile AIBA 2021
22/11/2021 A 18:47
Nella prima ripresa abbiamo assistito ad uno show di Aziz Abbes Mouhiidine. Il poliziotto si è scatenato su tutta la linea, dominando in lungo e in largo: baldanzoso e pimpante sulle sue gambe saltellanti, pungente con il sinistro e ficcante con il destro, tanto che in un paio di occasioni ha anche trovato il bersaglio. Il campione olimpico ha schivato ed ha girato attorno al nostro alfiere. L’azzurro sembra lanciato verso un meritevole quintuplo 10-9, ma ad una trentina di secondi dalla campana accade un episodio che condizionerà l’intero incontro: il cubano colpisce il campano con una testata involontaria alla fronte e Mouhiidine inizia a perdere sangue. Viene medicato, ma chiaramente è frastornato e tre giudici su cinque preferiscono il quotato La Cruz. L’azzurro è condizionato da quella ferita nel corso della seconda ripresa, dove va riconosciuto che il quattro volte campione del mondo dei cruiser ha fatto qualcosa in più. A quel punto il match è segnato, ma Aziz non molla e cerca il colpo del ko in un terzo round che domina nitidamente.

IRMA TESTA BRONZO STORICO PER LA BOXE: LA SEMIFINALE IN 4'

Pugilato
Sponsored - Boxing : AIBA -63.5 kg
22/11/2021 A 15:11
Pugilato
Sponsored - Boxing : AIBA -92 kg
22/11/2021 A 11:56