Mancano ventiquattr’ore, non necessariamente spaccate al minuto esatto, al ritorno sul ring di Daniele Scardina. Per la nuova edizione della Milano Boxing Night, “King Toretto” si trova davanti Cesar Nunez, spagnolo che gli contende il titolo di campione UE dei pesi supermedi. Il ventottenne di Rozzano viene da uno stop all’attività pugilistica che, con la complicità della pandemia di Covid-19, dura da ben più di un anno: l’ultimo suo combattimento, infatti, ha avuto luogo sempre all’Allianz Cloud il 25 ottobre 2019, quando ha sconfitto Ilias Achergui per verdetto unanime dei giudici; in palio c’era la cintura Internazionale IBF.. Meno lunga la pausa dello spagnolo, ai box da quando, a Pamplona, in quella data particolare per sua natura che è il 29 febbraio 2020, ha spedito al tappeto prima del limite il connazionale Alejandro Mostazo.
Carriere diverse, quelle che si incrociano: Scardina non ha ancora perso un combattimento sui 18 che ha sostenuto in carriera, mentre Nunez, prima del ritorno alla vittoria, è uscito sconfitto dal tentativo di strappare al tedesco Vincent Feigenbutz il titolo Internazionale IBO della categoria e, a dicembre, non ha bagnato esattamente di felicità il debutto al Madison Square Garden di New York, visto il KO con l’americano Edgar Berlanga, che si sta avviando a diventare uno tra i migliori dei supermedi nel mondo.
Pugilato
Mike Tyson verso il ritorno: possibile sfida contro Logan Paul
UN' ORA FA
Nelle scorse giornate, i due si sono confessati al sito della Federazione Pugilistica Italiana. Nunez, nell’affermare che con avversari con uno stile simile a quello di Scardina ha sempre vinto, ha affermato: “Al Gimnasio Kanku di Burlada, vicino Pamplona, con il maestro Jose Vicente Eguzkiza. E’ lui che mi ha convinto a passare al pugilato, praticavo kickboxing (calci e pugni) e K-1 (calci, pugni e ginocchiate)“.
Pronta la risposta di “King Toretto”: “Lui è convinto di battermi? Lo vedremo sul ring dell’Allianz Cloud il 26 febbraio“. E poi: “Il 22 dicembre sono tornato a Miami Beach ed ho iniziato subito ad allenarmi alla 5th Street Gym con il maestro Dino Spencer che mi segue fin dall’inizio della mia carriera professionistica. Dopo qualche giorno, abbiamo saputo che avrei affrontato Cesar Nunez per il titolo dell’Unione Europea dei pesi supermedi. Abbiamo allestito un fantastico campo di allenamento di cui faceva parte anche l’ex campione del mondo dei supermedi IBF Andre Dirrell. Sono preparatissimo e quindi sono sicuro dei miei mezzi“.
Nella giornata odierna si sono svolte le operazioni di peso, che hanno mostrato Scardina raggiungere 75.5 kg e Nunez 75.9. La riunione sarà composta da diversi ulteriori combattimenti di interesse, tra cui si segnala anche la sfida per il titolo Internazionale IBF dei welter tra il rumeno, ormai “italiano” d’adozione, Maxim Prodan e Nicola Cristofori (sulle 10 riprese, a differenza delle 12 riservate al main event).

Tyson: “In un mondo perfetto sarei un missionario”

Pugilato
A Belgrado è stato inaugurato il campionato mondiale dilettantistico di pugilato maschile
UN GIORNO FA
Pugilato
Fury apre la porta alle MMA, il padre: “Penso possa fare bene"
18/10/2021 A 17:10