Tyson-Holyfield capitolo III “non s’ha da fare”. Almeno per ora. Mike Tyson, infatti, ha detto “no”. Dopo il record di pubblico registrato per il match di esibizione disputato a novembre contro Roy Jones, “Iron Mike” ha deciso di non accettare la sontuosa offerta proposta da Evander Holyfield per una grande sfida tra le due leggende della boxe. L’ennesima della loro epopea. Si parlava del weekend del Memorial Day (29 maggio) all’Hard Rock Stadium di Miami. Ma, come ha annunciato il manager di Holyfield: “Pensavamo fosse un affare già concluso, ma poi il clan di Tyson ha declinato”. Le sue parole riportate dalla Gazzetta dello Sport.
La motivazione? La spiega direttamente Tyson tramite un post su Instagram: “Voglio essere chiaro non farò mai più parte di Triller e non conosco nessuno della loro società. Io sono partner di Legends Only League e il mio prossimo incontro sarà solo con loro”. In soldoni, quindi, la sua società. Il diktat è questo: Tyson-Holyfield III, se ci sarà, sarà soltanto a modo suo.
Pugilato
Evander Holyfield torna a combattere: A 58 anni sfida McBride
12/04/2021 A 12:44
I due precedenti avevano scritto la storia di questo sport, con altrettanti successi per il pugile nativo dell’Alabama. Dopo il primo durissimo incontro del 9 novembre 1996, nel quale Holyfield s’impose per ko tecnico all’11° round, il secondo capitolo entrò di diritto nella leggenda, con il celeberrimo morso all’orecchio operato da Tyson al rivale. Il 28 giugno 1997 si andò a scrivere la storia. Dopo che Holyfield piazzò alcune testate a Tyson, il pugile di Brooklyn reagì nel modo che tutti ricordiamo e, per ben due volte, morse l’orecchio del rivale. Un finale clamoroso che, ovviamente, portò alla squalifica di “Iron Mike” nel corso della terza ripresa.
Com’è ben noto, è passata tanta acqua sotto i ponti. I due “nemici” hanno sotterrato l’ascia di guerra e hanno anche stretto un rapporto di amicizia. Tanto che si era pensato di rimetterli di fronte sul ring (in un match di esibizione), uno contro l’altro, per il terzo episodio della loro saga. 54 anni per Tyson, 58 per Holyfield. Due numeri importanti, come i 25 milioni di dollari rifiutati (per il momento) dal “miglior picchiatore di sempre nella categoria dei massimi” secondo ESPN.
Vedremo, quindi, se Mike Tyson cambierà idea e vivremo davvero il nuovo capitolo contro Evander Holyfield. Dopotutto il nativo di Brooklyn era già tornato a infilare i guantoni contro Roy Jones (incassando un assegno da 10 milioni di dollari, non propriamente noccioline) con un pareggio alla “tarallucci e vino”. Il seguito è stato clamoroso (quasi 2 milioni di pay-per-view acquistati negli States) e si pensava che fosse un buon motivo per cavalcare l’onda in vista dell’ennesima rivincita tra le due leggende. Al momento non è stato così. Sarà un “no” definitivo o, semplicemente, ‘Iron Mike’ sta cercando di alzare la posta in gioco a ben più dei 25 milioni che gli erano stati proposti?

Tyson: “In un mondo perfetto sarei un missionario”

Pugilato
Gianluca Branco combatte a 50 anni: "Io l’Ibra della boxe"
09/04/2021 A 21:11
Tokyo 2020
Clemente Russo: "Tokyo? Ci voglio riuscire con tutto me stesso"
06/04/2021 A 09:30