Ha iniziato con il piglio giusto Carlos Sainz la 43ma edizione della Dakar. La Maratona del deserto, nella prima uscita (la Jeddah-Bisha) di 277 km di speciale e 345 di trasferimento.
L’iberico a bordo della Mini dell’XRAID MINI JCW TEAM si è imposto al termine di una speciale davvero appassionante. Sainz infatti, partendo sensibilmente dopo rispetto ai principali rivali per via del riscontro del prologo, ha fatto la differenza soprattutto nella seconda parte del percorso, aggiudicandosi il successo con 25″ di margine sul francese (compagno di squadra) Stephane Peterhansel. Una prestazione, quindi, convincente per il vincitore della Dakar 2020 (tre in totale nella propria carriera). Da questo punto di vista, si è confermato il confronto atteso con il teammate Peterhansel (7 successi in auto e altri 6 con le moto in questa gara tanto speciale).
Rally Raid
Zasada immortale, al volante a 91 anni al Safari Rally
23/06/2021 A 09:16
A completare il quadro della top-10 troviamo il ceco Martin Prokop (BENZINA ORLEN TEAM) a 3’18”, il francese Mathieu Serradori (SRT RACING) a 6’33”, il saudita Yasir Seaidan (SRT RACING) a 8’10”, l’arabo Sheikh Khalid Al Qassimi (ABU DHABI RACING) a 8’13”, il sudafricano Giniel De Villiers (TOYOTA GAZOO RACING) a 8’59”, lo spagnolo Nani Roma a bordo del Buggy BRX a 9’39”, il polacco Jakub Przygonski (ORLEN TEAM/OVERDRIVE) a 9’46” e il qatariano Nasser Al-Attiyah (TOYOTA GAZOO RACING) a 12’34”, che dopo aver vinto ieri il prologo probabilmente ha fatto fatica in termini di navigazione rispetto agli altri.
21° posto per il francese Sebastian Loeb (+24’14”), asso del WRC, che ha accettato ancora una volta la sfida della Dakar, stavolta però a bordo del Buggy BRX allestito dalla Prodrive in appena 4 mesi e frenato quest’oggi da alcuni problemi tecnici nelle prime fasi della tappa.
Rally Raid
Extreme E: a Dakar vince ancora il team XRX di Rosberg
31/05/2021 A 06:36
Dakar
Morta a 18 anni Chiara, la figlia di Fabrizio Meoni
22/05/2021 A 17:47