Nonostante un buon avvio di Treviso i primi punti arrivano dalla piazzola per lo Stade Français dopo sei minuti di gioco. Risponde la Benetton, guidata dai guizzi di due grandi ignorati in azzurro, cioè Ruzza e Barbini, che spingono i veneti e al 9’ un bellissimo pallone arriva al largo per Halafihi, che rientra, evita due placcaggi e schiaccia in meta per il 3-5 per Treviso. Ma è un botta e risposta e poco dopo, al 12’, segna anche lo Stade Français, con un paio di placcaggi mancati da parte degli ospiti e schiaccia Francoz. Ma è il festival della meta. Passa un minuto ed è di nuovo Halafihi a partire, palla a Barbini, offload perfetto per Duvenage e seconda marcatura della Benetton che torna avanti 8-10. Ancora Treviso che attacca, placcaggio pericoloso su Benvenuti, cartellino giallo per Vuidarvuwalu e tre punti per Allan dalla piazzola.
È Benetton show al 20’. Ancora Barbini a fare il primo break con un offload, poi la stessa terza linea libera Allan, calcetto oltre la difesa, Leonardo Sarto controlla sulla linea laterale col piede, raccoglie l’ovale e terza meta per il Treviso e si va sul 20-8. E al 25’ arriva anche la meta del bonus. È spettacolo Treviso a Parigi! Halafihi sfonda, Barbini fa l’apertura, Ioane fa il Ioane e poi libera Hayward che ringrazia e va oltre la linea e scappa via la squadra ospite. E insiste la squadra di Crowley, con lo Stade che non ci sta capendo nulla. Treviso che, però, sbaglia due touche fondamentali, mancando due chance per allungare ancora il divario nel primo tempo.
Challenge Cup
Benetton, niente miracolo: in semifinale ci va Montpellier
10/04/2021 A 23:16
Parte meglio lo Stade a inizio ripresa, con la difesa di Treviso troppo molle sui placcaggi, ma un intervento di Barbini in ruck obbliga al fallo, anche se gli ospiti perdono Duvenage per infortunio, brutta tegola per la Benetton. Al 44’ momenti di tensione tra Sarto, Benvenuti e un giocatore parigino, con Rorke che afferra Sarto per i testicoli. Pugno del giocatore di Treviso e doppio cartellino rosso. Treviso che continua a perdere le touche, impedendosi così di attaccare. Aumentano gli errori degli ospiti, con anche Halafihi che regala un possesso allo Stade Français, ma è la mischia biancoverde a tornare dominante e a togliere le castagne dal fuoco. E quando torna a spingere la Benetton arriva la meta. Lunga azione, lavorata, con lo Stade che difende bene, ma alla fine Allan finta il passaggio, va dritto e schiaccia tra i pali per il 32-8 al 54’.
Stade che prova a chiudere in attacco il match, ma fatica ad avanzare ed è confuso palla in mano, così passano i minuti. Meta che, però, arriva alla fine. È il 68’ quando dalla touche parte la maul rosa e, alla fine, esce Panis e schiaccia per il 15-32. Non ci sta, però, Treviso a rischiare di riaprire il match e subito si ributta in avanti. È una maul devastante che porta i biancoverdi sui cinque metri, poi sfonda Traorè, corto la prima volta, ma poi il pilone si allunga e va dentro per il 15-37. Subito dopo, però, risponde Parigi e ancora una volta la difesa di Treviso quando si rilassa subisce. Segna una meta facile Lapegue e si va sul 20-37 a cinque minuti dalla fine. Si entra nell’ultimo minuto con Treviso che resta in attacco, evita di dare la meta del bonus ai parigini, segna a tempo scaduto con Sgarbi per il 20-44 finale e porta a casa la prima vittoria stagionale.
duccio.fumero@oasport.it

Le 10 mete più spettacolari del Sei Nazioni 2020

Challenge Cup
Benetton ai quarti: ecco quando gioca contro Montpellier
05/04/2021 A 13:53
Rugby
Treviso batte Connacht ed è poker di vittorie in Rainbow Cup
29/05/2021 A 18:36