Il Mondiale dell’Italia è finito e si attende, al ritorno degli azzurri dalla spedizione in Giappone, una conferenza stampa di Conor O’Shea per definire il suo futuro. Il ct irlandese è certo del suo addio alla Federazione italiana nel 2020, ma - tecnicamente parlando - dovrebbe condurre gli azzurri anche durante il prossimo Sei Nazioni (dal 1° febbraio al 14 marzo 2020). Sia O’Shea che la Federazione, però, erano pronti ad un confronto post Mondiale per capire se fosse stato meglio lasciare subito il posto al ct che verrà... L’Italia aveva trovato un accordo con Rob Howley, assistente del ct del Galles Warren Gatland, ma l’ex mediano di mischia è stato rispedito a casa dal Giappone dopo l’inserimento del suo nome in un clamoroso caso di scommesse illegali nel mondo del rugby.

Vern Cotter al posto di O’Shea?

Coppa del mondo Rugby
Rugby World Cup 2019: tabellone finali e formula dei Mondiali in Giappone
03/11/2019 A 08:00

Sfumata la pista Rob Howley si sono fatti diversi nomi, da Dave Rennie a Michael Cheika: il primo però è stato messo sotto contratto dalla Federazione australiana, il secondo ha detto di no all’offerta che gli è stata presentata dall’Italia. Ecco che spunta Vern Cotter, allenatore neozelandese che guida attualmente il Montpellier nel Top 14, il campionato francese. Cotter, in caso di chiamata, sarebbe il terzo ct neozelandese nella storia dell'Italia dopo Brad Johnstone (5 vittorie nel periodo 1999-2002) e John Kirwan (10 vittorie nel periodo 2002-2005). Intanto l'ex ct della Scozia è seguito anche dallo Stade Français, ma Cotter ha un contratto fino a giugno 2020 con Montpellier e da quel momento sarebbe a disposizione per diventare il ct della Nazionale italiana, in tempo per i test match estivi. Fino a quel momento, però, servirà una guida: sarà ancora O’Shea?

Franco Smith lascia i Cheetahs: è pronto per l’Italia

Intanto si registra l’addio di Franco Smith ai Cheetahs, squadra di Bloemfontein, che milita nel PRO 14, nel girone delle Zebre, con i sudafricani che hanno trovato la terza vittoria su tre in questo inizio di stagione. Franco Smith saluta così da imbattuto dopo il successo casalingo contro Munster per 40-16, con tre vittorie su tre con bonus offensivo. L’allenatore sudafricano sarà il nuovo tecnico dell’attacco della Nazionale italiana, in attesa che venga trovato uno specialista anche per il reparto difensivo.

***

Coppa del mondo Rugby
Raimondi: "Ok seguire il regolamento, ma si doveva rispettare soprattutto il gioco"
11/10/2019 A 08:04
Coppa del mondo Rugby
Italia a casa senza giocare: per una volta rugby non fa rima con rispetto
10/10/2019 A 17:47