All’alba italiana il cielo della Nuova Zelanda si tinge di bleu e si spezza il sogno azzurro: al Northland Events Centre di Whangarei, nel primo incontro dei quarti di finale della Coppa del Mondo di rugby femminile, la Francia batte l’Italia per 39-3, passando alle semifinali e qualificandosi al torneo iridato del 2025. Punteggio fin troppo severo per le azzurre, in partita per un’ora di gioco e poi sopraffatte dopo aver giocato praticamente metà ripresa in 14 contro 15. Il risultato odierno non cancella lo splendido torneo delle azzurre, che per la prima volta nella storia hanno centrato l’accesso ai play-off per il titolo iridato.
Nel primo tempo la Francia inizia di gran carriera giocando subito a ridosso dei ventidue azzurri e la pressione delle transalpine viene premiata al primo vero affondo. Al 3′ infatti una bella azione corale delle francesi manda in meta Joanna Grisez, poi Caroline Drouin trasforma da posizione centrale e la Francia si porta sul 7-0. Al 21′ la stessa Caroline Drouin manca il 10-0 dalla piazzola, poi col passare dei minuti l’Italia guadagna metri e così la azzurre allentano la pressione: al 39′ la caparbietà delle azzurre viene premiata con il piazzato di Michela Sillari. Sul 7-3 però la Francia torna a spingere e l’Italia diventa molto fallosa nel tentativo di una strenua difesa. A tempo scaduto c’è il cartellino giallo per Maria Magatti, così Caroline Drouin sceglie i pali e dalla piazzola manda la Francia al riposo in vantaggio per 10-3.
Nella ripresa parte subito in maniera arrembante la Francia che, approfittando della temporanea superiorità numerica, spinge ed al 47′ sfiora la marcatura con Charlotte Escudero, che perde l’ovale proprio mentre va a schiacciare. Le transalpine allora scelgono di capitalizzare l’azione offensiva col piazzato di Caroline Drouin che al 50′ porta lo score sul 13-3. Si torna in parità numerica, ma non cambia il canovaccio tattico, con la Francia che continua a premere. Al 60′ Emilie Boulard schiaccia in meta, ma l’azione è viziata da un passaggio in avanti. Le transalpine però non demordono e così la difesa dell’Italia al 61′ crolla: cartellino giallo a Silvia Turanie meta tecnica che porta il punteggio sul 20-3. Non si placa la spinta francese, e l’onda transalpina sfonda nuovamente al 64′ con la neoentrata Laure Touye, con Caroline Drouin che trasforma per il 27-3, e poi ancora al 68′ ed al 70′ con Joanna Grisez. Lina Queyroi trasforma solo nella seconda occasione e porta lo score sul 39-3. Si torna in parità numerica e c’è il ritorno in campo di Manuela Furlan, ma per il resto le energie sono al lumicino da ambo le parti e così il punteggio non cambia più. Francia batte Italia 39-3.
United Rugby Championship
Quando giocano Benetton Treviso e Zebre: dove vederle in tv e streaming
IERI ALLE 21:33

L'ha presa o non l'ha presa? La meta di McLean è tutta da ridere

United Rugby Championship
Benetton Treviso-Edinburgh 24-17: il match in 3'
26/11/2022 ALLE 16:00
United Rugby Championship
Un'orgogliosa Treviso batte Edinburgh con l'uomo in meno: 24-17 a Monigo
26/11/2022 ALLE 15:19