Abbiamo un nuovo Presidente in Federazione. Dopo le ultime convulse 24 ore (non solo per l'ennesimo ko nel Sei Nazioni), visto la riammissione tra i candidati di Elio De Anna che avevo addirittura richiesto il rinvio delle elezioni, è stato eletto il nuovo presidente della Federazione per il quadriennio 2021-2024. Niente riconferma per Alfredo Gavazzi che aveva promesso più soldi per il futuro, con il presidente uscente che ha racimolato solo il 3,2% dei voti. È stato un testa a testa tra Paolo Vaccari e Marzio Innocenti, ma a spuntarla è stato l'ex giocatore di Petrarca che ha conquistato il 56,38% dei voti contro il 40,37% delle preferenze acquisite dall'ex giocatore del Milan.
Tutto il meglio del Rugby su Eurosport Player: On Demand e senza pubblicità, a metà prezzo per un anno
Marzio Innocenti, classe 1958, ha un passato importante a livello di giocatore con 4 campionati vinti con il Petrarca negli anni '80, oltre ad essere stato il capitano della Nazionale azzurra ai Campionati del mondo del 1987 in Nuova Zelanda, i primi Mondiali della storia del rugby. Negli anni ha diviso la propria vita tra l'essere un allenatore di rugby e l'attiva professionale di medico, fino ad essere eletto Presidente del Comitato Regionale Veneto della F.I.R. nel 2013. Si era candidato a diventare presidente di Federazione già nel 2016, ma non ci fu la vittoria, qualche anno dopo la rivincita...
Sei Nazioni
Italia, 31° ko consecutivo: il Galles sbanca l'Olimpico
13/03/2021 A 16:17

Le parole di Innocenti

Ringrazio tutti quanti voi di cuore. Voglio dedicare questa vittoria alla mia famiglia. Da oggi inizia una nuova storia e non sarò da solo, voglio risolvere i problemi che ci sono, ma voglio farlo con tutti voi, consiglieri, presidenti dei comitati regionali e club. Io ci metterò tutto quello che posso. Voglio ringraziare Giovanni Poggiali e condividere questa vittoria con lui. Ha fatto una delle cose più belle e di valore che può fare un uomo. Oggi posso dire che Poggiali ha tirato la palla fuori dalla mischia e io ho messo la palla in mezzo ai pali. [Marzio Innoncenti dopo la vittoria elettorale]
Innoncenti ha puntato su un programma che vede il rilancio del campionato italiano per attirare fondi dall'estero, senza snaturare il discorso delle franchigie "alle Zebre". Certo, “si dovranno aggiustare i costi ed evitare gli sprechi” ha aggiunto Innocenti che ha un progetto di riqualificazione delle franchigie, non considerandolo così al centro per la rinascita del movimento italiano. L'obiettivo sarà quello di creare una Super lega a livello Nazionale di squadre e giocatori professionisti, con l'intento di avvicinarsi agli standard mostrati dalla Top 14 francese o dalla Premiership britannica. Poi uno sguardo al Sud, con il neo Presidente che vuole allargare i confini del rugby facendolo diventare il secondo sport nazionale di squadra. In bocca al lupo!

Sei Nazioni 2021, Italia-Galles 7-48: gli highlights

Sei Nazioni
Sei Nazioni 2021: la classifica finale, vince il Galles
06/02/2021 A 12:44
Sei Nazioni
Sei Nazioni, l'albo d'oro: ecco chi ha vinto di più
05/02/2021 A 20:57