Ormai è una delle rubriche più attese della settimana: l'arbitro gallese Nigel Owens, non impegnato sul campo in questi mesi, sul Daily Mail regola l'arbitraggio più discutibile della giornata del Sei Nazioni e anche questa volta non ha lesinato. Obiettivo di questa Week 2 del torneo il fischietto Mike Adamson, arbitro scozzese all'esordio in questo palcoscenico nel match di Twickenham tra Inghilterra e Italia, ma mai nominato direttamente dall'arbitro gallese.

Sei Nazioni
Magia di Biggar: rivivi la finta che ha mandato al bar l'Inghilterra
IERI A 19:54

Owens nel suo scritto parla di "Inghilterra fortunata", andando sui singoli episodi dubbi:

- meta di Watson che arriva da un intercetto, "senza dubbio" da annullare: prima infatti Owen Farrell placca in ritardo Stephen Varney. Una marcatura importante dunque che ha pesato sul resto dell'incontro (da 20-11 a 27-11).

- meta di Johnny May da non convalidare, in quanto "non è consentito saltare con la palla in mano, per evitare un placcaggio, ma solo per andare in meta". Secondo il fischietto gallese infatti May salta per evitare Sperandio e solo dopo si accorge che può chiudere l'azione in meta.

- stop alle "Crocodile Rolls", ovvero puntare alle ginocchia di qualcuno come nel caso di Negri e il contatto con Willis, che ha portato all'infortunio di quest'ultimo. "Dobbiamo tornare ad arbitrare secondo regolamento: è illegale far crollare un ruck. È illegale entrare così, sotto l’altezza dell’anca"

Sei Nazioni 2021, Inghilterra-Italia 41-18: gli highlights

Sei Nazioni
Galles, lezione all'Inghilterra: 40-24 e c'è la Triple Crown
IERI A 19:48
Sei Nazioni
Inghilterra, che batosta: il Galles vince 40-24 e vede il Sei Nazioni
IERI A 19:24