È ormai tutto pronto per l'inizio del Sei Nazioni, con l'Italia che debutterà sabato 6 febbraio (alle 15:15 in Diretta tv su DMAX) all'Olimpico di Roma contro la Francia. Conferenza stampa di presentazione del torneo per il ct Franco Smith che, in questa edizione, cerca la sua prima vittoria sulla panchina degli azzurri, praticamente ad un anno dal debutto. Non sarà facile visto il gap - importante - che c'è tra l'Italia e il resto delle squadre europee, ma il ct è convinto che già da questo Sei Nazioni si possa vedere qualcosa di importante dai suoi ragazzi. Un gruppo che, comunque, non vedrà la presenza di Leonardo Ghiraldini che si è ritirato dal rugby internazionale e di Matteo Minozzi che ha deciso di non rispondere alla convocazione dell'Italia per una condizione fisica deficitaria.

Smith: "Non sono tornato in Italia per fare la comparsa"

Abbiamo una squadra molto giovane, con una età media di poco superiore ai 24 anni. Spaventarmi? C’è bisogno di coraggio e dare l’esempio. Questa è una compagine in costruzione e i giovani di qualità devono fare esperienza anche in campo. È così che possiamo arrivare a raggiungere l’obiettivo che tutti ci siamo preposti. Non sono tornato in Italia per fare la comparsa o per partecipare. Voglio costruire, insieme a tutto lo staff e ai giocatori, una squadra che possa raggiungere risultati importanti sia a breve che a lungo termine. [Franco Smith in conferenza]
Sei Nazioni
I convocati dell'Italia per il Sei Nazioni: tante novità
25/01/2021 A 13:37
CHI VINCE IL SEI NAZIONI 2021?

Le parole di capitan Bigi

Durante la Nations Cup si è creato un gruppo molto unito e non vedo l’ora di poter riprendere a lavorare insieme ai miei compagni in raduno. Essere tra gli atleti anagraficamente più 'anziani' non è un peso, è una responsabilità. Ho appreso molto nella mia carriera da atleti come Parisse, Zanni e Ghiraldini. Con Leo ho avuto l’onore di vivere insieme l’ultima finestra internazionale a novembre, è stato un grande giocatore e leader che ha insegnato tanto a tutti. [Luca Bigi, capitano Italia]

Le parole di Alfredo Gavazzi

È un torneo in grossa difficoltà per la pandemia. La situazione non cambia e condiziona anche questo torneo che verrà disputato a porte chiuse, senza nessun tifoso. Quella che si presenta è una Nazionale giovane, con tanta voglia di vincere. È vero che abbiamo vinto con il Sudafrica, e facciamo discretamente con la nazionale femminile e la Under 20, ma mancano le vittorie nel Sei Nazioni. Sarà nostro impegno cercare di portare la vittoria a Roma in questa edizione pur sapendo del valore dei nostri antagonisti. [Alfredo Gavazzi, presidente FIR]

“C’è nessuno?”: allenamento nella nebbia per la nazionale inglese

Sei Nazioni
Italia shock: Matteo Minozzi rinuncia al Sei Nazioni 2021
25/01/2021 A 08:23
Sei Nazioni
Leonardo Ghiraldini annuncia l’addio al rugby internazionale
25/01/2021 A 08:14