Poi Monigo ed il Lanfranchi, le case dei tanti internazionali italiani di Benetton Rugby e Zebre Parma Rugby Club, per la doppia sfida sudamericana contro Argentina e Uruguay. La Federazione Italiana Rugby ha ufficializzato oggi le sedi delle Autumn Nations Series, il trittico di test-match chedal 6 al 20 novembre vedrà la squadra azzurra debuttare agli ordini del CT Kieran Crowley.
Per l’ex estremo della Nuova Zelanda il battesimo sulla panchina azzurra sarà proprio contro gli All Blacks la cui maglia nera, da giocatore, ha indossato in 19 occasioni, sollevando la Coppa del Mondo del 1987: appuntamento per sabato 6 novembre alle ore 14 allo Stadio Olimpico di Roma, che torna ad accogliere i tuttineri dopo visite del 2012, 2016 e 2018.
La seconda sfida autunnale, il 13 novembre contro i Pumas argentini, riporterà l’Italrugby su un prato da cui mancano da vent’anni esatti, quello del Comunale di Monigo a Treviso, casa della Benetton Rugby e dove l’ultimo precedente è datato 10 novembre 2001, vittoria italiana per 66-10 contro le Fiji.
Test Match
I 34 azzurri convocati per gli All Blacks: 5 gli esordienti
13/10/2021 A 15:42
A chiudere la finestra internazionale di novembre per l’Italia di coach Crowley, sabato 20 novembre, il test-match contro l’Uruguay nell’inedita cornice del nuovo “Lanfranchi” di Parma: sarà il terreno di casa delle Zebre ad ospitare la sfida ai sudamericani, protagonisti di una delle più grandi imprese della Rugby World Cup 2019 con la sorprendente vittoria ai danni delle Fiji. Nella città ducale l’ultima uscita azzurra è datata 2002, contro la Romania, in una partita di qualificazione ad “Australia 2003".
Tutti gli incontri dell’Italia nella Autumn Nations Series saranno trasmessi in diretta, in chiaro ed a pagamento, sui canali di Sky Italia. I biglietti per i test-match dell’Autumn Nations Series saranno resi disponibili per l’acquisto quanto prima su sport.ticketone.ite, limitatamente alla partita contro l’Uruguay, su ciaotickets.com
“Siamo pronti a riabbracciare la nostra comunitá. La grande famiglia del rugby italiano può finalmente tornare al fianco della Nazionale per sostenere gli Azzurri e non potremmo esserne più felici.
Viviamo un momento di ripartenza sotto tanti punti di vista, tutti emozionanti: il ritorno del pubblico va di pari passo con il debutto di un nuovo staff, con un gruppo di tanti giovani che si sono da poco affacciati nell’arena dei test-match, o che potranno meritare una prima occasione proprio questo autunno. Avranno bisogno della loro, della nostra gente per sostenerli e so che il popolo del rugby risponderà alla chiamata.
Roma e l’Olimpico, la nostra casa, sono il miglior palcoscenico possibile per la partita contro la squadra simbolo del nostro sport e per festeggiare tutti insieme il nostro tornare a vivere lo stadio e la festa del grande rugby mondiale.
Treviso e Parma daranno ai nostri Azzurri l’opportunità di giocare e tornare a vincere sulla scena internazionale davanti ai loro fans più affezionati, nei due stadi che li vedono protagonisti con Benetton e Zebre nei fine settimana rafforzando il legame con i nostri territori in due impianti che - come dimostrato anche dal recente torneo di qualificazione alla Rugby World Cup al Lanfranchi e dalla Finale di Rainbow Cup - possono accogliere con successo grandi eventi internazionali.
Abbiamo scelto tre città ideali per ritrovarci e per far sentire alla Nazionale tutto il calore del rugby italiano, mantenendo e rinnovando il legame con le nostre radici, con il popolo del rugby. Sono felice all’idea di poterlo ritrovare molto presto” ha dichiarato il Presidente della FIR, Marzio Innocenti.

Autumn Nations Series - Calendario 2021

Roma, Stadio Olimpico - sabato 6 novembre, ore 14.00
Italia v Nuova Zelanda
Treviso, Stadio "Monigo" - sabato 13 novembre, ore 14.00
Italia v Argentina
Parma, Stadio "Lanfranchi" - sabato 20 novembre, ore 14.00
Italia v Uruguay

Nuova Zelanda d'oro: l'haka delle ragazze è spettacolare

Rugby
Rugby in lutto: Wainui perde la vita in incidente stradale
12 ORE FA
Rugby
Mbandà sbotta contro il razzismo: "Siamo stanchi"
11/10/2021 A 11:28