Era successo solamente un'altra volta, ma era su suolo neutro: il 5 novembre 2016, l'Irlanda superava la Nuova Zelanda per la prima volta nella sua storia, la prima volta in 111 anni. Quel 40-29 maturò al Soldier Field di Chicago, lontano da tanti riflettori. Questa volta il 16-9 che vale la "prima volta" degli irlandesi in casa propria ha un sapore diverso: davanti ai propri tifosi, quelli di Dublino, il successo contro i Tuttineri due volte campioni del mondo vale doppio, soprattutto perché arriva al termine di un match giocato alla perfezione.
Test Match
Quel giorno a San Siro la palla era ovale e gli All Blacks sembravano umani
23/11/2018 A 12:27
"Brutale" potrebbe essere un termine adatto: se gli All Blacks sono la squadra più forte del mondo oggi a Dublino non si è visto. Dopo aver evitato la sconfitta per un pelo in quel di Twickenham, gli All Blacks sono costretti a capitolare di fronte a un'Irlanda più agguerrita che mai, conscia di avere la possibilità - oggi più che mai - di scrivere una pagina davvero indimenticabile nella storia del rugby. E così è stato: partita punto a punto sino a metà, senza mete a referto. La scossa - quella decisiva - arriva al 48' quando Jacob Stockdale decide di diventare l'eroe del giorno (e della settimana e del mese e dell'anno) auto-lanciandosi con un calcetto baciato dalla fortuna che gli permette di andare in meta. Da allora fisico e anima degli irlandesi sono tutti volti alla difesa del risultato e della propria fetta di campo. Gli All Blacks non riusciranno più a violarlo e alla fine si dovranno arrendere di fronte all'evidenza: questa sera a Dublino c'era una squadra più forte dei più forti di tutti.
IRLANDA: R Kearney (Leinster); A Trimble (Ulster), J Payne (Ulster), R Henshaw (Leinster), S Zebo (Munster); J Sexton (Leinster), C Murray (Munster); J McGrath (Leinster), R Best (Ulster), T Furlong (Leinster); D Toner (Leinster), D Ryan (Munster); CJ Stander (Munster), J Murphy (Leinster), J Heaslip (Leinster). Panchina: S Cronin (Leinster), C Healy (Leinster), F Bealham (Connacht), U Dillane (Connacht), J van der Flier (Leinster), K Marmion (Connacht), J Carbery (Leinster), G Ringrose (Leinster).
NUOVA ZELANDA: B Smith; W Naholo, G Moala, R Crotty, J Savea; B Barrett, A Smith; J Moody, D Coles, O Franks; P Tuipulotu, J Kaino; L Squire, S Cane, K Read (capt). Panchina: C Taylor, O Tu'ungafasi, C Faumuina, S Barrett, A Savea, TJ Perenara, A Cruden, M Fekitoa
Test Match
Italia: ecco il XV che affronta l'Irlanda, Budd alla prima da capitano
08/08/2019 A 12:42
Test Match
Altra vittoria per l'Italdonne: Sudafrica travolto a Prato, 35-10
25/11/2018 A 16:31