A Padova arrivava un’Australia in piena crisi. Risultati poco soddisfacenti nel 2018, fino alla gara senza mete contro il Galles. C’era chi ipotizzava, addirittura, un esonero di Michael Cheika in caso di ko contro l’Italia. A conti fatti, i malumori erano giustificati, considerando che per 30 minuti gli ospiti non riescono ad avvicinarsi con pericolosità alla linea dei 5 metri e, anzi, rischiano di farsi travolgere ad ogni affondo dell’Italia. Gli azzurri fanno due mete, ma l’arbitro annulla in entrambi i casi. Giusta quella di Steyn che era uscito dal campo, incomprensibile la scelta sulla meta di Tebaldi che non era in fuorigioco. Da lì comincia un’altra partita, con due fiammate che valgono il 14-0 con due mete di Koroibete (che alla vigilia non figurava tra i 23 a disposizione). In avvio di ripresa è ancora Australia con la meta di Fainga’a, anche qui con qualche polemica per l’ostruzione di Pocock non ravvisata dall’arbitro. Sembra finita, ma l’Italia risorge con la meta di Bellini. C’è anche la superiorità numerica, ma non riusciamo a ridurre lo score nel loro momento di difficoltà. Ok era l’Australia, ma questa volta si poteva sognare qualcosa di più.

Cronaca

Grande partenza dell’Italia che va in meta al 5’ con Steyn dopo un bel contropiede fatto partire da Hayward, ma l’arbitro Gaüzère annulla tutto per un tocco fuori del tre quarti centro del Benetton che era uscito dal campo col piede di richiamo prima di schiacciare a meta. È il 14’ e l’Italia va ancora in meta con la palla rubata da Tebaldi sulla touche dell’Australia, ma l’arbitro annulla per fuorigioco del nostro mediano di mischia (anche se era partito in posizione regolare).
Coppa del mondo Rugby
Il Canada batte la Germania e si avvicina all'obiettivo Mondiali: possibile sfida con l'Italia
17/11/2018 A 19:21
L’Australia si sveglia, ma l’Italia si difende con ordine fino al 30’ con la meta degli ospiti di Koroibete dopo la grande azione di Kerevi. Gli azzurri perdono lucidità e qualche minuto più tardi arriva anche la seconda meta degli ospiti, ancora con Koroibete, dopo il triangolo con Ashley-Cooper. Toomua trasforma in entrambi i casi, con i Wallabies che chiudono il primo tempo sul 14-0.
L’avvio di ripresa è da dimenticare, con l’Australia subito in meta con Fainga’a, nonostante un’ostruzione di Pocock non ravvisata dal direttore di gara. Toomua trasforma e gli australiani vanno sul 21-0 dopo soli quattro minuti. L’Italia risponde subito presente e Bellini trova la meta che riapre tutto, sfruttando l’errore di Foley che sbaglia un passaggio. L’Italia ci crede e al 59’ arriva anche la superiorità numerica per il giallo comminato a Scott Sio. Gli azzurri provano ad avvicinarsi, ma ad un passo dalla meta arriva l’in avanti di Pasquali dopo l’affondo di Castello. Nel finale l’Australia arrotonda il risultato con Genia, con la quarta meta di serata.

La statistica

2 - Non doveva neanche giocare, ma è stato decisivo con le due mete che hanno spianato la strada all’Australia nel finale di primo tempo. In stagione ne aveva fatta solo una nel test match perso contro l’Irlanda a Giugno.

Koroibete - Italia-Australia - Test Match 2018 - Getty Images

Credit Foto Getty Images

Il Tweet

L’Italia c’è, ma non abbastanza per superare una squadra come l’Australia...

Tabellino

Italia-Australia 7-26
ITALIA: 15 Jayden HAYWARD, 14 Tommaso BENVENUTI, 13 Michele CAMPAGNARO, 12 Tommaso CASTELLO, 11 Mattia BELLINI, 10 Tommaso ALLAN, 9 Tito TEBALDI, 8 Abraham STEYN, 7 Jake POLLEDRI, 6 Sebastian NEGRI, 5 Dean BUDD, 4 Alessandro ZANNI, 3 Simone FERRARI, 2 Leonardo GHIRALDINI, 1 Andrea LOVOTTI. In panchina: 16 Luca BIGI, 17 Cherif TRAORÈ, 18 Tiziano PASQUALI, 19 Marco FUSER, 20 Johan MEYER, 21 Guglielmo PALAZZANI, 22 Carlo CANNA, 23 Luca MORISI. Ct: Conor O'Shea
AUSTRALIA: 1 Scott SIO, 2 Folau FAINGA’A, 3 Taniela TUPOU, 4 Izack RODDA, 5 Adam COLEMAN, 6 Jack DEMPSEY, 7 Michael HOOPER, 8 David POCOCK, 9 Jake GORDON, 10 Matt TOOMUA, 11 Marika KOROIBETE, 12 Bernard FOLEY, 13 Samu KEREVI, 14 Adam ASHLEY-COOPER, 15 Israel FOLAU. In panchina: 16 Tatafu POLOTA-NAU, 17 Jermaine AINSLEY, 18 Sekope KEPU, 19 Rory ARNOLD, 20 Peter SAMY, 21 Will GENIA, 22 Kurtley BEALE, 23 Dane HAYLETT-PETTY. Ct: Michael Cheika
Arbitro: Pascal Gaüzère (Francia)
I punti: 30’ meta Koroibete (A), tr Toomua (A), 36’ meta Koroibete (A), tr Toomua (A), 44’ meta Fainga’a (A), tr Toomua (A); 46’ meta Bellini (I), tr Allan (I); 79’ meta Genia (A)
Ammoniti: 59’ Scott Sio (A)
Test Match
O'Shea: "Oroglioso dei nostri sforzi, ma quella meta di Tebaldi..."
17/11/2018 A 16:21
Sei Nazioni
Ranking: Sudafrica sempre in testa, Italia 15a
05/04/2021 A 12:57