Il salto con gli sci femminile farà a PyeongChang 2018 la sua seconda apparizione alle Olimpiadi Invernali. Le ragazze gareggeranno dal trampolino Normal Hill della località della Corea del Sud, struttura tipica su cui gareggiano durante la stagione, anche se l’HS 109 è più lungo della maggior parte dei trampolini piccoli. Diverse atlete si presenteranno alle gare a Cinque Cerchi con ambizioni. Andiamo a scoprire chi sono.
LUNDBY Maren: al momento sembra essere la grande favorita per il successo, anche per le tre vittorie ottenute nelle ultime quattro gare che le hanno fatto conquistare la prima posizione nella classifica di Coppa del Mondo. In carriera ha conquistato otto volte il gradino più alto del podio, quattro solo quest’anno: è di gran lunga la sua miglior stagione e le Olimpiadi potrebbero diventare la ciliegina sulla torta per la 24enne norvegese.
ALTHAUS Katharina: la tedesca è l’avversaria principale della Lundby in stagione e a sua volta sta saltando su livelli incredibili. Per ora le due hanno mantenuto un rendimento abbastanza simile e nonostante Lundby ora sembri leggermente favorita le prossime settimane potrebbero cambiare ulteriormente le carte in tavola. In ogni caso, ha la solidità tecnica per puntare ad una medaglia.
PyeongChang
Andreas Wellinger re sul trampolino piccolo! Giù dal podio a sorpresa Kamil Stoch
10/02/2018 A 16:20
TAKANASHI Sara: la dominatrice delle ultime stagioni è un paio di gradini sotto le due sopracitate. Dall’anno scorso, praticamente dominato, alle difficoltà di questa stagione, in cui non ha mai vinto una gara. Qualcosa potrebbe essere cambiato nella geografia internazionale del salto con gli sci (probabilmente con soluzioni tecniche e di materiali in favore delle altre) ma dopo la beffa di Sochi 2014 per lei è fondamentale almeno salire sul podio. La vittoria, onestamente, pare lontana, almeno al momento.
ITO Yuki: anche lei lo scorso anno aveva raccolto vittorie a raffica, ma in questo 2017-2018 non è all’altezza delle atlete che stanno facendo il bello e il cattivo tempo. Resta, in ogni caso, una pretendente per il terzo gradino del podio.
VOGT Carina: donna da grandi eventi se ce n’è una. A fronte di due vittorie in Coppa del Mondo, nel suo palmarès figurano 4 ori mondiali tra 2015 e 2017 (due individuali e due a squadre) e una medaglia d’oro olimpica. La tedesca sa tirare fuori i salti giusti al momento giusto e per questo rimane un’incognita pericolosissima per tutte. Nell’ultimo quadriennio ha praticamente monopolizzato i grandi appuntamenti, riuscirà ad estendere il proprio dominio in questo campo anche ai prossimi Giochi? Fino ad ora in stagione non ha brillato, ma è spesso lì con le migliori e quinta in classifica generale.
CLICCA QUI PER TUTTI GLI ARTICOLI DI SALTO CON GLI SCI
Twitter: @Santo_Gianluca
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo Clicca qui per seguirci su Twitter
gianluca.santo@oasport.it
Foto: By Ailura (Own work) [CC BY-SA 3.0 at], via Wikimedia Commons