Vi immaginate un campione Olimpico, una vera e propria medaglia d’oro ai Giochi, che per “tirare avanti” si deve inventare un secondo lavoro? Purtroppo non è una storia destinata a rimanere nel nostro immaginario, ma è la realtà di Ruben Limardo, schermidore venezuelano oro nella spada a Londra 2012 e secondo atleta nella storia del suo Paese a vincere un titolo olimpico dopo il pugile Francisco Rodriguez, oro a Messico ‘68.

Il rider è un lavoro come un altro. Con i Giochi al 2021 dobbiamo inventarci qualcosa per tirare avanti. Non lo faccio solo io ma anche tutti i miei compagni di squadra
Scherma
Di Francisca: "Diventare mamma meglio dell'oro olimpico"
09/12/2020 A 16:55

Eppure, tornando all’inizio della vicenda, anche un campione Olimpico come lui ha bisogno di lavorare per mantenersi e adesso a Lodz, in Polonia dove vive da 19 anni, fa il rider, portando cibo a domicilio.

“La grande crisi economica del Venezuela e poi quella generata dalla pandemia hanno ridotto all’osso i nostri rimborsi spese. Inoltre gli sponsor che avevamo hanno interrotto da mesi i pagamenti dicendoci che riprenderanno a darci qualcosa il prossimo anno, visto che l’Olimpiade ci sarà nel 2021. Quindi dobbiamo inventarci qualcosa per tirare avanti, e quello del rider è un lavoro come un altro. Non lo faccio solo io, ma praticamente tutti i miei compagni di squadra. Quanto pedalo? una media di 50 chilometri al giorno”

50km per circa 100 euro a settimana. Ogni giorno quindi, dopo l’allenamento in palestra, Limardo prende la bici e inizia il secondo tipo di allenamento, portando cibo ai cittadini di Lodz come fattorino.

Chissà se 8 anni fa a Londra con la medaglia al collo, si sarebbe mai aspettato un futuro del genere per potersi mantenere ma nonostante la realtà di un amaro 2020, lui vuole ancora sognare un grande 2021.

Ogni volta che faccio una consegna dico a me stesso che anche questo mi aiuterà ad ottenere la medaglia che voglio ai Giochi di Tokyo
Scherma
Covid-19, Aldo Montano positivo insieme a tutta la famiglia
01/12/2020 A 12:20
Scherma
Di Francisca annuncia: “Aspetto un figlio”, niente Tokyo 2021
02/11/2020 A 08:59