Rinunciare ad un'Olimpiade è sempre difficile, ma di fronte alla famiglia passa tutto in secondo piano. Sono questi i pensieri di Elisa Di Francisca, 38 anni tra pochissimi giorni, che di fronte alle insidie di Tokyo 2021 - con un virus in circolo e le prove di un vaccino che non garantiscono la totale sicurezza - ha scelto la vita. Ha scelto di diventare mamma un'altra volta paragonando l'esperienza del parto a quella in pedana. Tre medaglie olimpiche (due ori e un argento) valgono quando diventare genitore? Ecco la risposta di Elisa alla Gazzetta dello Sport.
"La scherma, che è lo sport che faccio, per me è vita. Io lo riporto molto spesso nella mia vita: cercare di conoscere l'avversario, superare se stessi con le proprie paure ed emozioni. Anche durante il parto, nel momento di massimo dolore, stavo pensando a mio figlio e non a me. Stavo morendo di dolore. Diventare mamma è stata la gioia più bella della mia vita. Non è paragonabile a nessuna medaglia olimpica. Un'esperienza meravigliosa".
Scherma
Nasce comitato promotore Mondiali Milano2023, Fichera presidente
13/05/2021 A 13:25
Scherma
Vezzali: "Senza le mie avversarie non sarei stata nulla"
03/04/2021 A 10:46
Scherma
Top 5: i momenti salienti del Gran Prix di Doha
30/03/2021 A 12:12