Stefano Cerioni, dopo nove anni, torna a essere l’allenatore del fioretto in tema di Nazionale italiana. Il ritorno si è concretizzato dopo che, alle Olimpiadi di Tokyo, non c’è stato nessun oro nonostante cinque medaglie: questo ha portato a una specie di rivoluzione che non ha però coinvolto soltanto lui. Queste le sue parole alla Gazzetta dello Sport: "Ci speravo tanto, ho sempre avuto la panchina dell’Italia come priorità. La Francia mi ha corteggiato a lungo. Sono stato vicinissimo, addirittura ero già stato annunciato a Parigi. Ma nelle ultime settimane gli sforzi della Federscherma si sono intensificati e sono andati a buon fine. L’avermi cercato così insistentemente mi lusinga e mi carica di stimoli, anche se l’offerta della Francia era molto allettante, in primis dal lato economico".
A Tokyo è mancata sostanzialmente la medaglia
Scherma
Torna Stefano Cerioni, è il nuovo ct del fioretto
16/09/2021 A 17:34

Da dove si riparte

"Da un settore che ha comunque grandi potenzialità. A Tokyo è mancata sostanzialmente la medaglia a squadre dei maschi e ha fatto un certo effetto non vedere nemmeno una donna sul podio individuale, perché ci eravamo fatti la bocca buona… Tuttavia il materiale umano resta sempre di prima qualità".

I punti di riferimento

"Innanzitutto Daniele Garozzo e Alice Volpi, chiaro. E Arianna Errigo. Un’atleta dal talento immenso, che conosco molto bene. Ha passato momenti non facili, ma sono pronto a scommettere. Spero di ritrovare l’Arianna dei miei tempi, ha tutto per essere ancora vincente". E per quel che riguarda proprio Errigo e il progetto fioretto-sciabola: "Dovrà scegliere. Credo che quella vicenda le abbia tolto molte energie. Oggi non è possibile stare ai vertici in due armi".

Lavoro e questioni tecniche

"Ci metterò anche molto dell’esperienza che ho maturato nel quadriennio da c.t. della Russia e poi come maestro individuale di atleti d’alto livello. […] Aver osservato il fioretto azzurro da fuori per nove anni è stato molto istruttivo. Ho visto per esempio alcuni difetti che magari, quando ci sei dentro, un po’ ti sfuggono: successe pure a me".

DA GAROZZO ALLA SCIABOLA A SQUADRE: IL FILM DELLA SCHERMA AZZURRA

Scherma
Tagliariol lancia una raccolta fondi per continuare a gareggiare
16/09/2021 A 12:56
Tokyo 2020
Vezzali e la scherma: "Tokyo non è stato un flop"
21/08/2021 A 10:04