Era nell'aria, ma non affatto scontato. A quasi due anni dall'ultimo successo di Re Marcel Hirscher in slalom, l'Austria torna ad esultare tra i rapid gates: merito di Marco Schwarz, che ad Adelboden spezza il tabu personale e quello del suo Paese grazie a un grande finale di seconda manche. Decisivo lo sprint sull'ultimo muro per vincere una gara decisa sul filo dei centesimi, con dieci atleti entro il mezzo secondo di distacco dal primo. Il 25enne di Villaco ottiene il successo dopo i terzi posti in Badia e a Zagabria, strappando il pettorale rosso di leader di specialità al connazionale Feller (oggi fuori). Il giusto premio per una continuità mai avuta. A fargli compagnia sul podio c'è ancora Linus Strasser (che guadagna ben 10 posizioni nella seconda discesa) e il britannico Dave Ryding, che senza un errore nel finale avrebbe potuto anche vincere la gara.

Dopo tanti podi, finalmente Schwarz vince

La top 10 dello slalom

Adelboden
Dopo tanti podi, finalmente Schwarz vince
10/01/2021 A 13:34
1. Marco SCHWARZ (AUT) - 1:52.69
2. Linus STRASSER (GER) - +0.14
3. Dave RYDING (GBR) - +0.15
4. Michael MATT (AUT) - +0.17
5. Loic MEILLARD (SUI) - +0.19
6. Tanguy NEF (SUI) - +0.23
7. Daniel YULE (SUI) - +0.29
8. Clement NOEL (FRA) - +0.38
9. Sebastian FOSS-SOLEVAAG (NOR) - +0.41
10. Alexander KHOROSHILOV (RUS) - +0.51
LA CLASSIFICA GENERALE MASCHILE | IL CALENDARIO DELLA COPPA DEL MONDO DI SCI ALPINO
Un altro che ripenserà con rimpianti a questa gara è Clement Noel. In testa in mattinata con una sciata impareggiabile per chiunque, rovina tutto nell'ultimo segmento e finisce addiritura ottavo. Alzi la mano chi l'avrebbe messo sempre fuori dal podio nei primi quattro slalom stagionali. Peggio ancora fa il connazionale Victor Muffat-Jeandet, pimpante nei precedenti stagionali e secondo nella prima manche, che sbaglia in apertura di seconda per completare la Caporetto francese. E a proposito di transalpini, il leader della generale Alexis Pinturault scia in terza marcia per non sbagliare, ma la tattica non paga: è 17esimo. In ombra, ma sempre meno di Henrik Kristoffersen. Impalpabile in gigante, fuori in slalom su una pista che gli aveva riservato grandi onori in passato.

Clement Noel ad Adelboden

Credit Foto Getty Images

L'Italia perde il suo cavallo migliore già nella prima manche: Alex Vinatzer inforca dopo il piano e saluta Adelboden. Peccato, perchè era in linea per la lotta per il podio. Il migliore alla fine è l'immarcescibile Manfred Moelgg, 14esimo. Simon Maurberger scala qualche posizione ed è 18esimo. In fondo al gruppo Tommaso Sala e Riccardo Tonetti, affossati da gravi errori. Non completa la gara, invece, Giuliano Razzoli. Gli uomini restano in Svizzera e si spostano in un altro tempio, Wengen, dove sono in programma due discese e un altro slalom speciale tra venerdì e domenica.

Rivivi lo slalom di Adelboden (Contenuto premium)

Adelboden
Noel fa il vuoto nella prima manche dello slalom
10/01/2021 A 10:05
Adelboden
Terzo gigante di fila per Pinturault
09/01/2021 A 13:31