Il primo slalom della stagione regala emozioni e un po' d'amaro in bocca alla pattuglia italiana e soprattutto ad Alex Vinatzer che, ad Alta Badia, vede sfumare per soli 7 centesimi il secondo podio in carriera in Coppa del Mondo. Il 21enne di Selva di Val Gardena, campione del mondo juniores della specialità, capace di cogliere il primo podio a Zagabria a gennaio, come tutti i primi 6 classificati dopo la prima manche ha pagato gli errori sulla pista particolarmente segnata. Vinatzer, leader nella prima manche, ci ha provato, ha spinto ma ha pagato un paio di errori, soprattutto quello sul ripido, quando si è sbilanciato e ha più che dimezzato il vantaggio nella prima frazione. Alla fine il successo è andato allo svizzero Zenhaeusern che precede di 8 centesimi Feller e di 12 centesimi l'altro austriaco Schwarz. L’Italia, tuttavia, può consolarsi: questo ragazzo di appena 21 anni possiede classe e talento per regalare vagonate di emozioni nel prossimo decennio.

Allo svizzero Zenhaeusern lo slalom dell'Alta Badia

Successo in rimonta per Ramon Zenhaeusern: lo svizzero era ottavo a metà gara e, grazie ad una manche molto solida, ha preceduto gli austriaci Manuel Feller e Marco Schwarz rispettivamente di 8 e 12 centesimi. Per l’elvetico si tratta della quarta affermazione nel circuito maggiore, la seconda in slalom dopo quella di Kranjska Gora 2019. Feller e Schwarz hanno recuperato undici e sette posizioni a testa. Questi dati testimoniano quanto si sia deteriorata la pista dopo i primi 20 passaggi: non è un caso che nessuno tra i top5 al termine della prima frazione abbia conservato o migliorato la propria posizione.
Coppa del Mondo 2020-21
Vinatzer, lampo in Alta Badia! E' in testa dopo 1ª manche slalom
21/12/2020 A 10:38
Alex Vinatzer, malgrado i segni sul terreno, ci ha provato con coraggio, senza fare calcoli. Ha attaccato con decisione, pagando tuttavia a caro prezzo uno sbilanciamento in una curva verso sinistra sul ripido, dove con ogni probabilità ha lasciato i 2 decimi decisivi per il trionfo. Per l’Italia è ancora rimandato l’appuntamento con la vittoria in slalom: l’ultima risale ormai a quasi 4 anni fa, quando Manfred Moelgg si impose a Zagabria.

Vinatzer, peccato! Il podio in Alta Badia sfugge per 7 centesimi

Krisstoffersen e Pinturault fuori dalla top 5

Kristoffersen a 0.37: anche in questa circostanza il norvegese ha dimostrato di viaggiare su livelli ben distanti da quelli delle ultime stagioni. Settima piazza per lo svizzero Daniel Yule, che si trovava secondo dopo la manche iniziale; ottavo un altro elvetico, l’emergente Tanguy Nef; completano la top10 il norvegese Sebastian Foss-Solevaag ed il britannico Dave Ryding. Solo 11° il francese Alexis Pinturault, vincitore del gigante di ieri sulla Gran Risa: è apparso evidente come il transalpino, sesto a metà gara, abbia badato esclusivamente a non sbagliare per poter portare a casa punti importanti per la Coppa del Mondo generale. Alla fine ne ha raccolti però solo 24, quanto basta per mantenere la leadership in graduatoria con 400 punti, +25 sul norvegese Aleksander Aamodt Kilde, fermo a 375. Da segnalare che il francese Clement Noel, grande favorito della vigilia, non si è qualificato dopo essere scivolato nella discesa iniziale.
Oltre a Vinatzer, tutti gli azzurri hanno perso posizioni rispetto alla prima frazione: 19° Manfred Moelgg (era 11°), 23° Stefano Gross (21°), 28° Simon Maurberger (18°). Per tutti non mancano le attenuanti, a partire da una condizione di forma ancora tutta da migliorare. La sensazione è che la Nazionale italiana possa solo crescere a partire da gennaio in avanti, magari trascinata da Vinatzer. Domani, intanto, si presenta subito un’occasione di riscatto sul Canalone Miramonti di Madonna di Campiglio.

Vinatzer vola in Alta Badia: è 1° dopo la prima manche

Coppa del Mondo 2020-21
Promossi e bocciati: il pagellone degli azzurri dello sci
23/03/2021 A 17:29
Coppa del Mondo 2020-21
Promossi, bocciati e rimandati: il pagellone dello sci alpino
23/03/2021 A 09:49