La Coppa del Mondo 2021/2022 di sci alpino volge al termine. Una stagione ricca di emozioni, che vede già trionfatori della generale il 24enne elvetico Marco Odermatt e, per la quarta volta in carriera, Her Majesty Mikaela Shiffrin. Nell’ultima giornata di Finali sulla “Roc de Fer” di Meribel, si assegnano le ultime coppe di specialità: si parte con la sfida più incerta, il gigante femminile, dove Sara Hector e Tessa Worley sono separate di soli cinque punti; a seguire lo slalom maschile, che in stagione ha regalato tantissimi colpi di scena, nel quale Henrik Kristoffersen ha un vantaggio di quasi cinquanta lunghezze sul connazionale Lucas Braathen, anche se in cinque possono ancora sognare la sfera di cristallo. L’Italia non sta a guardare: Federica Brignone e Marta Bassino vanno a caccia di un record storico di vittorie per il settore femminile, mentre Alex Vinatzer, Giuliano Razzoli e Tommaso Sala puntano a quel successo che manca da tempo immemore. Si parte alle 9.00 con la prima manche del gigante donne (seconda manche ore 12.00), a seguire lo slalom maschile (10.30 e 13.30).

Brignone commossa, mostra la coppa di Super G al pubblico

La gara di Kristoffersen

Courchevel
La prima coppa generale di Odermatt: tutta l'emozione sul podio
20/03/2022 ALLE 14:49

Kristoffersen vince la coppa di slalom col brivido: rivedi la gara

14:21 - Sipario sulla coppa del mondo

È con un po' di malinconia, dunque, che vi salutiamo: questa era l'ultima manche dell'ultima gara della stagione 2021-2022 di sci alpino. La redazione di Eurosport vi saluta: vi ringraziamo per averci seguiti per questi lunghi mesi ricchi di emozioni, e vi diamo appuntamento a ottobre per una nuova stagione di sport invernali. Noi passiamo il testimone alla bella stagione, con il ciclismo, il tennis outdoor e tutti i bellissimi sport che il nostro network offre. Alla prossima!

14:18 - Classifica stravolta! Che meraviglia

È accaduto l'impronosticabile per il resto della classifica, perché se la vittoria di Kristoffersen era più che possibile, Feller che era quarto si ritrova secondo, mentre McGrath, che era nel gruppone dei candidati al podio, scavalca a sua volta Braathen e Strasser (secondo e terzo prima della gara) e si ritrova al terzo posto.

14:16 - Braathen 11°!!! Vince McGrath

Gara buttata da Liucas Braathen, che va troppo piano e si gioca non solo la vittoria, ma il podio. È 11°, quindi vince McGrath davanti a Kristoffersen e Feller. rimonte pazzesche di Popov e salarich, rispettivamente quarto e quinto con 18 e 20 òposizioni guadagnate.

14:14 - Numero di Kristoffersen, ma è podio e coppa

Stava rischiando di buttare tutto alle ortiche Henrik Kristoffersen, che commette un grave errore a 3/4 di gara, ma riesce a stare dentro e al traguardo è secondo. È podio comunque, quindi vuol dire coppa di slalom in ogni caso.

14:10 - McGrath davanti a Feller, è podio

Atle Lie McGrath combina diversi numeri, ma si salva e inspiegabilmente prende velocità. Sta davanti a Feller di 77 centesimi ed è almeno podio per il primo dei tre norvegesi. Ora Kristoffersen.

14:09 - Inforca Noel!

Ma che gara pazza! Clement Noel inforca a metà gara, dopo aver già dissipato tutto il vantaggio, e Feller si ritrova almeno quarto.

14:07 - Come vola Feller! Dietro anche Meillard

Continua a guadagnare posizioni Manuel Feller. Al momento sono cinque, perché anche Meillard è molto dietro: nono.

14:05 - Errore per Ryding, che si pianta

Resiste Feller in testa! Ryding commette un errore e si pianta, finendo 17° a 1.29.

14:03 - Arrabbiato Sala, è quinto

Si picchia le braccia sui fianchi Tommaso Sala, che era partito benissimo e nel tratto centrale perde tutto. Al traguardo è quinto a +0.31.

14:01 - Strasser si autoelimina

Brutta manche di Linus Strasser, che arriva addirittura 15° a 1.55 e quindi si chiama fuori dalla lotta per la vittoria della coppa di slalom, tenendo dentro Feller.

13:58 - Feller guadagna posizioni

Resta in corsa per un posto importante nella classifica di slalom Manuel Feller: Kristoffer Jakobsen, infatti, continua a non essere brillante e slitta all'ottavo posto, a +0.54.

13:56 - Harakiri Vinatzer

Alex Vinatzer aveva lo stesso tempo di Feller ed era riuscito a guadagnare 24 centesimi al primo intermedio, poi un grave errore e tempo perso. Al traguardo è addirittura 12°, a 1.05.

13:55 - Feller scalza Popov

Manuel Feller fa un paio di numeri, ma riesce a stare davanti a opov: luce verde di 16 centesimi.

13:53 - Fatica anche Schwarz

Perde posizioni Schwarz, che fa fatica e si attarda finendo quinto.

13:50 - Erroraccio di Zubcic

Salta via dopo una porta, si sdraia, si rialza ed è xcostretto a prendere una doppia al contrario: Zubcic ingaggia un rodeo con la pista, ma riesce ad arrivare in fondo, ultimo a 2.22.

13:48 - Razzoli lontanissimo

Perde tantissime posizioni Giuliano Razzoli, perché chiude addirittura nono a 82 centesimi. Sconsolato al traguardo.

13:47 - Haugan terzo, rimontona di Salarich

Timon Haugan si piazza al terzo posto, alle spalle di Popov e Salarich. Lo spagnolo sta compiendo una rimonta esaltante.

13:45 - Resiste Popov

Resiste la leadership di Popo: fanno male anche Foss-Solevaag e Aerni.

13:40 - Pinturault chiude senza vittorie

Alexis Pinturault scende con fatica e chiude già quarto. Sfuma matematicamente (anche se era inverosimile) la possibilità di vincere almeno una gara in questa stagione. Per i 10 anni precedenti era sempre successo.

13:38 - In testa Popov

Recupera posizioni Alexander Popov, in testa davanti a Salarich e Winters. Quinto il giovane Steen Olsen, che commette un errore e non riesce a mantenere la posizione ottenuta nella prima manche.

13:35 - Lo slalom entra nel vivo

Salarich era ultimo, ma ha già guadagnato due posizioni mettendosi Gstrein alle spalle. Non chiude la gara, ancora una vlta, Ramon Zenhaeusern.

La gara di Brignone

Brignone ritrova il successo in gigante, riguarda la gara

La gara di Bassino

Bassino seconda! Bella rimonta nell'ultimo gigante

13:10 - Adesso fari puntati sullo slalom maschile

Tocca allo slalom maschile ora. Ètutto aperto per la vittoria dela gara e della coppa, ci sarà da divertirsi.

12:46 - DOPPIETTAAA!!!

INCREDIBILE EPILOGO DI QUESTO GIGANTE FEMMINILE!!! Succede di tutto alla fine! Shiffrin butta via tutto il capitale acccumulato in seconda manche e sprofonda in settima posizione. Dal possibile colpo doppio sfuma anche la coppa di specialità, che finisce nelle mani di Tessa Worley.
Ma soprattutto, è doppietta Italia con Federica Brignone e Marta Bassino, prima e seconda nel gigante, con tanto di record di vittorie stagionali!!

12:45 - Brignone e Bassino, doppio podio azzurro!!!

Grandissima Federica Brignone, che resta davanti a Marta Bassino per 31 centesimi. È doppietta italiana al momento ma ne manca una, la più forte, Mikaela Shiffrin.

12:43 - Bassino sul podio!!

Impresa riuscita per Marta Bassino! Quarto podio della stagione per la 26enne azzurra, che si lascia alle spalle anche Ragnhild Mowinckel, quarta. Ora mancano solo Brignone e Shiffrin.

12:41 - Vlhova seconda di un nulla!

È quarta posizione sicura per Marta Bassino, ne mancherebbe una sola per salire sul podio! Petra Vlhova chiude dietro di 6 centesimi, scavalcando Tessa Worley. Ora la francese può sperare solo nel passo falso di Shiffrin.

12:39 - Gut fuori dal podio

Lara Gut-Behrami non riesce a confermarsi in seconda manche e scivola in quinta posizione, a 57 centesimi da Bassino. Sale di una posizione preziosa Tessa Worley.

12:37 - Bassino vola in testa!!

Grandissimo finale di Marta Bassino che si assicura un piazzamento tra le migliori sei, se non qualcosa di più! L'azzurra chiude con 14 centesimi di vantaggio su Worley, ripassando davanti nel settore finale e facendo un brutto scherzo alla transalpina, le cui quotazioni per la coppa di gigante calano leggermente.

12:33 - Gran manche di Worley, pubblico in delirio

Tessa Worley resta davanti di 18 centesimi e continua a sperare! La francese chiama fuori gioco la svedese Sara Hector e ora deve compiere una rimonta da podio. Vediamo se le altre riescono a starle davanti o meno.

12:30 - Gisin passa davanti

Continui cambiamenti di leadership in questa seconda manche. Difficile fare la rimonta, brutto segnale per Worley, che a breve scende per recuperare le posizioni che servono per vincere la coppa di specialità. Michelle Gisin intanto è la nuova leader e si assicura la top-10.

12:28 - Grenier la supera

Niente top-10, almeno per ora, per Stjernesund. Valerie Grenier le rimane davanti per 13 centesimi. In ottica classifica generale, Sara Hector non è ancora riuscita a riprendere la posizione persa ed è virtualmente al 14° posto.

12:26 - Stjernesund passa davanti

Nuova leader della gara quando mancano le migliori dieci. Thea Louise Stjernesund fa segnare un ottimo tempo, sfruttando il margine lascito da Truppe nell'ultimo settore. È in odore di top-10.

12:22 - Hector dietro, la coppa rischia di sfumare

Sara Hector è con un piede fuori dalla lotta per la sfera di cristallo. La svedese spinge al massimo delle proprie forze, riesce a restare in vantaggio nella prima metà, ma al traguardo si accende la luce rossa di 9 centesimi.

12:19 - Truppe davanti con un brivido

Finale di stagione in netta crescita in gigante per Katharina Truppe. Se tutte le altre si spegnevano sul muro, l'austriaca invece si è esaltata, accumulando il vantaggio su Bucik fino a quasi un secondo. Rischia di cadere nelle ultime porte, ma è svelta ad appoggiare la mano per terra. Chiude davanti a tutte di 59 centesimi, si arresta la rimonta di Bucik.

12:13 - Haaser si stende

Gran peccato per Ricarda Haaser, che finisce a pelle di leone poco prima del dosso mentre era ancora in vantaggio. È la prima ritirata di tutta la gara.

12:10 - Bucik al comando

Stephanie Brunner guadagna solo una posizione prima di dover scendere dalla sedia del leader. Sembrava potesse finirle dietro Ana Bucik, ma con una reazione d'orgoglio nel setore finale resta davanti all'austriaca di 5 centesimi.

12:07 - Tempone di Brunner

Nessun cambio di posizioni finora rispetto alla prima manche. Scia alla grande Stephanie Brunner, che rifila 1"31 alla compagna di squadra Egger. E qui, le cose potrebbero cambiare.

12:04 - Molto bene Egger

Finora le due atlete scese dopo Curtoni hanno mantenuto la posizione sull'azzurra. Primi punti in Coppa del Mondo di gigante per la campionessa mondiale junior Magdalena Egger. L'austriaca si pemette di dare mezzo secondo a Wendy Holdener e di portarsi provvisoriamente in testa.

12:02 - Elena Curtoni chiude la stagione

Ultima sciata della stagione per Elena Curtoni, alla sua migliore annata della carriera in Coppa del Mondo. Vedremo se riuscirà a risalire di qualche posizione in seconda manche. Ricordiamo che ha chiuso la prima al 25° posto, ultima.

11:53 - Come sono andate le azzurre in prima manche?

L'Italia riparte dal secondo posto di Federica Brignone (la più vicina all'aliena Mikaela Shiffrin), ma si punta al podio anche con Marta Bassino, sesta. C'è anche Elena Curtoni, che partirà per prima in seconda manche a causa del peggior tempo nella run iniziale.
IL REPORT DELLA PRIMA MANCHE

11:49 - Le possibili combinazioni per la coppa di gigante

Vediamo la classifica delle quattro pretendenti per il trionfo nella graduatoria di specialità dopo la prima manche:
1. M. SHIFFRIN (USA) - 1:06.32
4. P. VLHOVA (SVK) +1.08
8. T. WORLEY (FRA) +1.60
13. S. HECTOR (SWE) +2.10
Stando così le cose, Shiffrin conquisterebbe l'ultima coppetta ancora in palio. Sembra un'impresa impossibile per Vlhova (deve sperare di vincere e che allo stesso tempo le avversarie non vadano a punti). Sara Hector deve rimontare almeno fino al quarto posto per stare davanti alla statunitense, ma allo stesso tempo Worley non le deve stare davanti. Alla francese invece serve almeno un terzo posto con Hector non più di sesta.

11:45 - Gigante femminile: tra poco l'ultima manche

Eccoci arrivati all'ultima, decisiva, manche di questa stagione di gigante donne. Nella prima Mikaela Shiffrin ha letteralmente dominato e si gioca il trofeo di specialità, dopo la matematica certezza della Coppa del Mondo generale.
Ottimo secondo posto di Federica Brignone, di cui rivediamo la sua manche.

Brignone la prima delle umane, seconda dopo la prima manche

La gara di Braathen

Scintille tra norvegesi: Braathen primo, Kristoffersen se ne va

La gara di Sala

Sala migliore degli azzurri in slalom, buon 7° dopo la prima manche

11:15 - Appuntamento alle 12 per il gigante femminile

Ci prendiamo una piccola pausa e vi diamo appuntamento alle 12 per la seconda manche del gigante femminile: anche lì l'assegnazione della coppa non è ancora definita.

11:11 - Tutto apertissimo!

Come avevamo detto all'inizio, questa gara è impronosticabile. Bisogna aspettare la manche di Kristoffersen (quindi il penultimo a partire) per poter avere un verdetto. Perché se Kristoffersen è sul podio, la coppa è sua.

11:06 - Con Steen Olsen si chiude la manche

con lo junior Alexander Steen Olsen si chiude la prima manche dello slalom maschile. Il giovane non è nemmeno ultimo, è 20° a 1.94. L'ultimo è Salarich a 2.47.

11:03 - Indietro Zenhauesern

Gstrein, Zenhaeusern e Salarich sono tutti nelle ultime posizioni. Zero speranze per loro di fare punti, al momento.

10:58 - Jakobsen esulta: ha finito la manche

Dopo un periodo travagliato, Kristoffer Jakobsen arriva al traguardo (anche se con 97 centesimi di ritardo) ed esulta.

10:57 - Erroraccio che costa decimi a Zubcic

Un errore clamoroso rallenta Filip Zubcic. È 12° a 1.21.

10:55 - Pinturault fuori forma

non brilla Alexis Pinturault, che è lentissimo e chiude ultimo a 1.91. Malino anche Matt con lo stesso distacco.

10:51 - Che fatica Schwarz

Marco Schwarz fa fatica e già a metà gara si ritrova con 1" di ritardo. Nel finale si riprende, ma è comunque 11° a 1.13.

10:50 - Non male Sala

Bene Nella parte fnale Tommaso Sala, che contiene lo svantaggio e chiude settimo a +0.83.

10:48 - Strolz fuori, niente podio

Si sdraia Johannes Strolz, che tenta di rientrare ma poi inforca. Altro nome da depennare per il podio di disciplina.

10:47 - Noel quarto, resistono i norvegesi

Clement Noel ci prova e parte forte, ma non riesce a tenere la stessa velocità dei norvegesi. Arriva al traguardo con 45 centesimi di distacco da Braathen ed è quarto.

10:45 - Vinatzer, stesso tempo di Feller

Alex Vinatzer si perde un po' da metà gara in poi. Chiude settimo, insieme a Feller, con 1.03 di distacco.

10:44 - Razzoli ottavo

Accumula ritardo sin dall'inizio Giuliano Razzoli: al momento è ottavo con 1.23 di ritardo.

10:42 - Spegnete i norvegesi per favore! Anche McGrath è lì

Mamma mia che Norvegia! Gara accorta, ma rapida per Atle Lie McGrath, che è terzo a 21 centesimi.

10:41 - Foss-Solevaag col freno a mano

Sebastian Foss-Solevaag scende piano piano, quasi sfiduciato e lontano dagli splendori dei compagni. È ultimo a1.67.

10:39 - E Braathen è davanti! Che gara incredibile!

Mamma mia che adrenalina! Braathen parte più piano di Kristoffersen, ma poi trova un ritmo pazzesco e chiude in crescendo, finendo davantri al più esperto compagno di squadra per 5 centesimi!

10:37 - Kristoffersen fe-no-me-na-le

Che velocità per Henrik Kristoffersen! Bellissima manche, dove recupera anche da un errorino, e si piazza davanti con ben 53 centesimi di vantaggio su Meillard.

10:36 - Strasser terzo

Linus Strasser chiude terzo a 26 centesimi. Che battaglia!

10:34 - Inforca Yule! Fuori uno!

Si autoelimina inforcando quasi subito Daniel Yule! Non sarà lui il vincitore della coppa e ovviamente anche fuori dal podio.

10:33 - Meillard davanti

Bello fluido Loic Meillard in questa prima manche ed è in luce verde di 18 centesimi. Lo svizzero è uno dei12 candidati al podio.

10:32 - Feller a 27 centesimi

Nessuna "fellerata" da parte di Manuel Feller. Manche pulita, forse un pochino trattenuto per i suio standard, ed è secondo a 27 centesimi.

10:31 - Più corto dello slalom di ieri...

Sarà uno slalom da scuola sci: Ryding chiude in 44.45, peggio dello slalom femminile di ieri.

10:25 - Si inizia con Ryding

Si parte con la sciata classica ed elegante di Dave Ryding. Poi Feller, Meillard, Yule, Strasser, Kristofferser, Braathen, Razzoli col 10 e Vinatzer con l'11.

10:20 - Infinite combinazioni per il podio

Se per la vittoria sono in lizza in cinque, per il podio sono virtualmente in 12. Il terzo infatti è, come dicevamo, Linus Strasser con 307 punti. Il 12° è il nostro Alex Vinatzer, che ne ha 209. Ovviamente dovrebbero allinearsi favorevolmete tutti i pianeti del sistema solare e una buona parte di quelli del resto della Via Lattea, però è giusto menzionare la possbilità che avvenga.

10:15 - In cinque per una coppa

Come abbiamo visto, la matematica parla chiaro: con 100 punti ancora in palio, aritmeticamente sono cinque gli atleti ancora in corsa. chiaramente Yule per vincere deve vincere la gara e sperare nello zero degli altri quattro, eventi piuttosto improbabile. Ma non impossibile, come ci ha dimostrato la stagione di slalom fin qui.

10:10 - Chi vincerà?

La domanda, per lo slalom maschile, è sempre una lotteria. Come ogni volta, è impossibile fare un pronostico, perché il livello è altissimo e la concorrenza è tanta.
Diamo comunque un occhio alla classifica:
Kristoffersen 371 punti
Braathen 323
Strasser 307
Feller 301
Yule 283

10:05 - Cominciamo a parlare di slalom...

Alle 10:30 inizierà la prima manche dello slalom maschile, la gara dovbe in assoluto c'è più competizione. E infatti la coppa non è ancora assegnata, e sono tanti che possono ancora conquistarla, e molti di più che possono ambire al podio di specialità.

La prima manche di Brignone

Brignone la prima delle umane, seconda dopo la prima manche

9:44 - Si chiude la prima manche nel segno di Shiffrin

Termina qui la prima manche del gigante femminile: dominio totale di Mikaela Shiffrin, irraggiungibile per le altre che a questo punto scenderanno per la seconda posizione, salvo clamorosi colpi di scena. Buone notizie per le azzurre: Federica Brignone è proprio seconda (+0.82), con due centesimi di vantaggio su Ragnhild Mowinckel, mentre Marta Bassino chiude a metà gara al sesto posto.
Si riapre il discorso per la classifica di specialità, con Tessa Worley ottava e Sara Hector addirittura tredicesima. Se la gara dovesse finire in queste identiche posizioni, la coppa andrebbe incredibilmente a Shiffrin.

9:41 - Curtoni in fondo

Elena Curtoni non entra mai in gara in questa prima manche, chiudendo a quasi quattro secondi di ritardo e in ultima posizione. Sarà la prima a partire nella seconda manche, almeno avrà il vantaggio di trovare una pista completamente pulita.

Shiffrin torna aliena, prima manche stellare in gigante

9:22 - Disastrosa prima manche per l'Austria

Nonostante un buonissimo primo settore, ex-aequo con il parziale di Shiffrin, Ramona Siebenhofer crolla e chiude a due secondi e mezzo. Prima manche da dimenticare per le austriache partecipanti alle Finali, che al momento occupano le ultime tre posizioni: in ordine Truppe, Siebenhofer e Haaser. Si infila in questo gruppo anche Katharina Liensberger, terzultima.

9:20 - Gut-Behrami quinta

Shiffrin sembra aver congelato la gara, con i distacchi pesanti inflitti alle altre. Soltanto Brignone e Mowinckel sono riuscite a rimanere, a malapena, sotto al secondo. Da segnalare una più che discreta prova di Lara Gut-Behrami, che scavalca Marta Bassino dalla quinta posizione per cinque centesimi (+1.32 dalla leader).

9:12 - Brignone seconda!

Federica Brignone chiude la prima manche con un ritardo di 82 centesimi, ma è la più vicina a Mikaela Shiffrin, che sembra aver disputato una prova di quelle come ci aveva abituato qualche stagione prima. Molto bene comunque l'azzurra.

9:09 - Worley ed Hector indietrissimo

Non il pendio adatto alle caratteristiche delle principali duellanti per la classifica di specialità, attenzione perché Mikaela Shiffrin potrebbe fare il colpaccio! La francese chiude ad 1"60 di ritardo, addirittura peggio di mezzo secondo il pettorale rosso. La fuoriclasse statunitense rientra prepotentemente in gara per la coppa di gigante!

9:05 - Bassino lontana

Buon avvio, poi molto in difficoltà nella seconda metà del tracciato: Marta Bassino è molto distante dal tempo di Mikaela Shiffrin in questa prima manche, paga un ritardo di 1"37.

9:03 - Shiffrin sembra volare!

Abbiamo già il primo tempo da battere! Mikaela Shiffrin vola nella prima manche, strapazzando il tempo di Mowinckel: abbassato il miglior crono di 84 centesimi

9:01 - Mowinckel apre il gigante

Si comincia con Ragnhild Mowinckel, che pochi giorni prima a Courchevel ha trovato il successo nell'ultimo Super G. Tempo di 1:07.16 per la norvegese, primo crono di riferimento.

8:53 - Le azzurre in gara

Sono matematicamente escluse da ogni possibilità di conquistare la coppetta, ma Marta Bassino e Federica Brignone restano tra le favorite per la vittoria dell'ultimo gigante femminile della stagione. Scendono rispettivamente col pettorale 5 e 6, inoltre andranno a caccia di un primato importantissimo: l'undicesima vittoria stagionale delle azzurre.

Brignone-Curtoni sul podio per l'inno: grande Italia in Super G

8:46 - Sfida Hector e Worley per la coppa di specialità, ma non solo

Quattro atlete possono giocarsi il globo di gigante femminile: cinque soli punti separano il pettorale rosso di Sara Hector dalla francese Tessa Worley, che potrebbe festeggiare davanti al proprio pubblico. Restano in agguato però Mikaela Shiffrin e Petra Vlhova, più distanti (la vincitrice della Coppa del Mondo generale è a -51, mentre la slovacca a -91), ma non per questo completamente fuori dai giochi.

8:40 - Tra poco il gigante femminile

Amiche ed amici di Eurosport buongiorno e benvenuti! Epilogo finale di una lunga stagione di sci alpino, culminata con le Olimpiadi di Pechino 2022. La Coppa del Mondo si chiude con l'assegnazione delle ultime coppe di specialità: si comincia con il gigante femminile, poi tocca allo slalom maschile.
Courchevel
Shiffrin torna ad alzare il globo, Brignone con lei sul podio
20/03/2022 ALLE 14:46
Courchevel
Bassino e Brignone sul podio nell'ultimo gigante: l'inno suona per due
20/03/2022 ALLE 14:08