Sofia Goggia vince anche la seconda discesa di Crans Montana (Svizzera) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2020-2021 e completa un bis clamoroso sulla pista elvetica. Anzi, la bergamasca cala il poker, in quanto vince la quarta gara veloce consecutiva e porta a 100 il numero di successi azzurri al femminile in Coppa del Mondo. Una stagione straordinaria per la medaglia d’oro olimpica di PyongChang come conferma al termine della prova.

“Sono contenta per quello che ho fatto oggi ovviamente – spiega ai microfoni di Raisport – ma soprattutto perchè posso condividere il podio assieme a Elena Curtoni (terza, ndr). Lei, sin da piccola, è sempre stata il mio “incubo” perchè mi batteva sempre quando eravamo bambine. Pensare che oggi, dopo 20 anni, siamo insieme sul podio di una gara di Coppa del Mondo è qualcosa di speciale. Per me una felicità doppia”.

Crans-Montana
Brignone: "Un podio che dà fiducia"
24/01/2021 A 14:40

Goggia sul podio: inno e... Campanaccio!

Come si è svolta la gara odierna? “Non è stata facile sinceramente. Noi che siamo scese con i primi numeri siamo andate un po’ al buio. La visibilità non era ottimale e in alcuni passaggi, devo ammettere, non mi sono fidata a pieno. Non ho spinto come avrei potuto, ma penso di avere preso le pendenze giuste. A quanto pare è stato sufficiente per vincere”.

Dopo queste vittorie, una Coppa di specialità ormai in arrivo (+195 punti su Breezy Johnson) e un oro olimpico in tasca, cosa sogna ancora Sofia Goggia? “Penso che si viva sempre per la prossima gara e per le esperienze che non abbiamo ancora fatto. Io vivo giorno per giorno, davvero, voglio essere ogni volta una atleta migliore e ci proverò sin da domani con il superG. Ok, oggi ho vinto, ma archivierò in fretta questo risultato, pensando che questi due successi siano stati solo un allenamento in vista della prossima gara”.

Goggia the brave vince ancora in discesa, riguardala

Raggiante anche la già cictata Elena Curtoni, sul podio dopo la leggendaria tripletta di Bansko: "Sono contenta, finalmente sono riuscita a mettere insieme tutta la pista, ho attaccato ed è andata bene. L'arrabbiatura di ieri mi ha stimolata e forse era quello che mancava dall'inizio del superG. Mi godo il podio e poi la testa va subito a domani e proverò ad attaccare come ho fatto oggi. La differenza la fa molto il fisico, io sto bene e quello è fondamentale".

Bravissima Curtoni, terza a Crans Montana

Crans-Montana
Gut stellare in Super G, Brignone è terza
24/01/2021 A 12:13
Crans-Montana
Brignone coraggiosa terza in SuperG, riguardala
24/01/2021 A 11:50