Sono iniziati lunedì, sulle nevi di Livigno e di Santa Caterina Valfurva, i campionati italiani di sci alpino che fino al 28 marzo monopolizzeranno la scena e saranno l’ultimo atto di una stagione complicata, visto il contesto pandemico. Presente nella rassegna nazionale anche Federica Brignone. L’azzurra, quest’anno, non è riuscita a replicare i medesimi riscontri dell’annata scorsa e le dichiarazioni a caldo, dopo il gigante delle Finali di Coppa del Mondo a Lenzerheide (Svizzera), hanno fatto discutere non poco: “Spero di non fare un’altra stagione del genere, sono contenta di come l’ho chiusa perché ho lottato con la stanchezza e la poca motivazione, oggi non me ne fregava davvero nulla. Ho davvero bisogno di staccare e spero di ritrovare presto la motivazione per allenarmi, perché fare gare in questo modo ha poco senso. Ci vuole un cambiamento nella mia testa, altrimenti non so se mi rivedrete il prossimo anno. Non è detto che sia al cancelletto, anche se sono fiduciosa di ritrovarmi”, erano state le parole ai microfoni della Rai della campionessa.
Intervistata sempre dalla tv di Stato, nel corso dei campionati italiani citati, Federica ha sottolineato alcuni aspetti: “Io sto bene, non ho bisogno di riconciliarmi con gli sci, ma a Lenzerheide parlavo di agonismo e di Coppa del Mondo. Mi diverto sempre a sciare, amo alla follia questo sport e di sicuro non smetterò mai di avere voglia di praticarlo“.

Brignone: "A Cortina non è girato nulla. Critiche? Dico ciò che penso"

Sci Alpino
Brignone shock: "Non so se ci sarò l'anno prossimo"
21/03/2021 A 12:18

Brignone tricolore

Un successo di grinta e di determinazione. Nel frattempo, Federica Brignone si è aggiudicata per la prima volta il titolo italiano nello slalom, nel corso degli Assoluti che si stanno tenendo sulle nevi di Livigno e di Santa Caterina Valfurva. La campionessa valdostana, che vantava già quattro successi in gigante, due in combinata e uno in superG, ha portato a otto le vittorie nella rassegna nazionale precedendo tra i “rapid gates” Vera Tschurtschenthaler di 0″34'' e Vivien Insam di 0″67, quest’ultima in testa al termine della prima manche. A completare la top-5 troviamo Anita Gulli quarta a 1″06 e Martina Perterlini quinta a 1″21.
Brignone, seconda nella run 1 a 0″27 dalla leader, ha saputo interpretare meglio delle altre il tracciato, concludendo in testa e togliendosi una bella soddisfazione dopo i malumori manifestati a chiosa della Coppa del Mondo. Tenendo conto che nel 2020 la competizione non si disputò, Federica si prende lo scettro proprio di Tschurtschenthaler che due anni fa si impose davanti a Lara Della Mea e a Chiara Costazza.

Brignone perfetta! Trionfo in Super G, rivivi la sua gara

Coppa del Mondo 2020-21
Federica Brignone come Tomba: è 'Sciatore d'oro' 2020
19/03/2021 A 20:55
Val di Fassa
Brignone: "Compagnoni è un bel traguardo, ma non l’ultimo"
28/02/2021 A 14:32