Sci Alpino

Goggia: "E' stato un periodaccio, ma ora bisogna lavorare, crederci e stare bene"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Sofia Goggia lors du Super-G de Garmisch

Credit Foto Getty Images

DaEurosport
25/04/2020 A 10:32 | Aggiornato 25/04/2020 A 10:32

La bergamasca, tra lo stop per infortunio, qualche scelta personale e la quarantena si riscopre più serena. E per il futuro è ottimista.

Sofia Goggia, raggiunta telefonicamente dalla Gazzetta dello Sport, ha raccontato la sua quarantena in una città tra le più colpite dal Coronavirus, la sua Bergamo.

E' stato un periodo supertragico, di paura e angoscia, ma da un altro lato il fatto che il mondo si sia fermato mi ha dato la possibilità di ritrovare me stessa, di capire quanto di superfluo ci sia nel rincorrere i ritmi forsennati della vita. Tutti avevamo bisogno di rallentare. Siamo abituati a vivere nell’ansia del futuro senza renderci conto del tanto che abbiamo e non possiamo sapere che cosa succederà. La libertà è adesso.
Sci Alpino

Jansrud scettico sul rinvio dei Mondiali di Cortina al 2022: "Non ha senso, penso che non succederà"

31/05/2020 A 14:14

Per Sofia arriverà una fase 2 come per tutti, che riguarderà non solo la vita, ma anche lo sport. Il suo skiman, infatti, dopo cinque anni insieme cambia lavoro.

Ho dovuto fare tante scelte, non solo sul piano personale, perché nel mio lavoro non si improvvisa nulla. Ci tengo a ringraziarlo, in questo periodo insieme abbiamo fatto man bassa, ma se tutto funziona è anche vero che non funziona per sempre e questo vale per le persone, per gli oggetti e i metodi. Il suo sostituto? Sarà una persona che conosco già e che in passato mi ha dato una mano. So che mi aiuterà parecchio.

In attesa che ricominci la preparazione (“Sono ferma da tre mesi, a casa ho degli attrezzi per allenarmi ma nulla a che vedere con quello che mi aspetta il 4 maggio”), come sta Sofia Goggia?

Mi sento tranquilla. Ho fatto il mio cammino, ora bisogna lavorare, crederci e stare bene. Ho voglia di riprovare quella libertà di stare sugli sci che mi ha fatto vivere i momenti più felici della mia carriera. Nel momento in cui risentirò quella sensazione, capirò di essere a posto. Tornerò finalmente a sentirmi libera. Attenzione particolare al gigante? In questo momento non ho obiettivi concreti, non voglio pormi vincoli. L’unica cosa che conta per me è essere nella condizione di poter svolgere bene il mio compito. Per il resto, che si tratti di discesa, superG, gigante o slalom, poco cambia

Goggia, che brutta caduta! L'azzurra finisce nelle reti e si rompe il radio

00:01:10

Sci Alpino

Roda: "Mondiali di sci a Cortina nel 2022? Andranno al posto delle Finali di Coppa"

28/05/2020 A 09:18
Sci Alpino

Innerhofer: “Meglio spostare i Mondiali se Cortina rischia di perdere l'appuntamento"

27/05/2020 A 10:43
Contenuti correlati
Sci Alpino
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Ultime notizie

Sci Alpino

Jansrud scettico sul rinvio dei Mondiali di Cortina al 2022: "Non ha senso, penso che non succederà"

31/05/2020 A 14:14

Nuovi video

Sci Alpino

Quando il Festival di Sanremo si fermò per Alberto Tomba: l'oro olimpico nel gigante di Calgary 1988

00:01:25

Più letti

Tennis

Martina Hingis serve due volte dal basso e viene fischiata, Steffi Graf vince il Roland Garros 1999

01/06/2020 A 08:32
Mostra più