La più forte del mondo, per distacco. Non è esaltazione, non è campanilismo: sono i fatti. Marta Bassino, in slalom gigante, al momento non si batte. Dopo Soelden e Courchevel, l'azzurra domina anche sulle nevi di Kranjska Gora, lasciando le avversarie due giri indietro. La leggerezza come arma vincente per fendere il ghiaccio vivo della Podkoren, la classe che nessuna ha per danzare tra le porte larghe di una pista esigente e severa. Dove le altre sbuffano di fatica, lei sembra non avere problemi, tutto è naturale. E che dire della pressione? La piemontese riparte per ultima dopo una prima manche vincente e scia allo stesso magico modo. C'è Tessa Worley, tornata quella dei tempi d'oro, che piazza un tempo inavvicinabile per le varie Brignone, Shiffrin e Vlhova. Lei vede e rilancia e lascia la francese alla piazza d'onore, ma staccata di otto decimi. Terza è Michelle Gisin, al primo podio nella specialità e contenta come avesse vinto un oro mondiale. La più completa del gruppo è lei.

Super Bassino vince ancora in gigante: riguardala

La top 10 di Kranjska Gora

Kranjska Gora
Noel domina lo slalom, a Schwarz la Coppa di specialità
14/03/2021 A 12:30
1. Marta BASSINO (ITA) - 2:11.90
2. Tessa WORLEY (FRA) - +0.80
3. Michelle GISIN (SUI) - +1.46
4. Petra VLHOVA (SVK) - +1.58
5. Federica BRIGNONE (ITA) - +2.10
6. Mikaela SHIFFRIN (USA) - +2.18
7. Ramona SIEBENHOFER (AUT) - +2.54
8. Lara GUT-BEHRAMI (SUI) - +2.85
9. Meta HROVAT (SLO) - +2.97
10. Maryna GASIENICA-DANIEL (POL) - +3.49
CHI VINCE LA COPPA DEL MONDO FEMMINILE 2020/21?
Le big, comunque, sono tutte lì in fila: Petra Vlhova quarta, Federica Brignone quinta, Mikaela Shiffrin sesta. La più delusa sembra proprio l'azzurra, che senza un errore (e recupero clamoroso) nella seconda manche avrebbe visto il podio da molto vicino. La sorpresa di giornata è Ramona Siebenhofer, che sulla carta fa la velocista di professione e che chiude settima. Per dispersione la migliore delle austriache. Un gradino più giù c'è Lara Gut, che dopo il ritorno al successo in Super G dimostra di poter dire la sua anche in gigante. Delude la vincitrice uscente Alice Robinson, anche troppo in alto in classifica (14esima) per quante ne combina. A punti vanno anche altre due azzurre: Sofia Goggia (15esima) ed Elena Curtoni (16esima).

Brignone, altro miracolo: stesa, si rialza e chiude la gara in luce verde

LA CLASSIFICA GENERALE FEMMINILE | IL CALENDARIO DELLA COPPA DEL MONDO DI SCI ALPINO
Marta Bassino, intanto, aggiorna numeri che cominciano ad essere importanti. È la quarta vittoria in Coppa del Mondo (tutte in gigante) e il podio numero 15. Un risultato che le permette di sfilare il pettorale rosso di disciplina alla compagna di squadra Brignone (300 punti contro 250). La nativa di Borgo San Dalmazzo ha vinto tre giganti su quattro in stagione e la sensazione è che senza l'errore nella seconda gara di Courchevel sarebbe stato un en plein. Uno bottino, comunque, che si mette in scia a quanto fatto da Deborah Compagnoni (1997/98) e Denise Karbon (2007/08) che fecero poker nei primi quattro giganti. La miglior notizia? Domenica si replica.

Rivivi la seconda manche di Kranjska Gora (Contenuto premium)

Premium
Sci alpino

Kranjska Gora | Gigante donne (2a manche)

01:19:43

Replica
Kranjska Gora
Noel guida lo slalom, decimo Vinatzer
14/03/2021 A 09:33
Kranjska Gora
Odermatt fa il fenomeno! Gigante dominato, Coppa riaperta
13/03/2021 A 12:29