Dominator Paris! Non c'è storia nella discesa bis sulle nevi di Kvitfjell, dove l'azzurro torna nella versione migliore di se stesso dopo un venerdì opaco per i suoi standard e straccia la concorrenza su una pista che già gli aveva regalato grandi soddisfazioni in passato. Un missile azzurro che sfreccia fin dal cancelletto di partenza e raggiunge velocità e traiettorie insostenibili per l'agguerrita concorrenza. Podio nobile, con Aleksander Aamodt Kilde secondo - ma a distanza di sicurezza - e terzo gradino condiviso dalla coppia svizzera Beat Feuz-Niels Hintermann, con quest'ultimo sempre più una certezza nel panorama degli uomini-jet.

La top 10 della discesa

1. D. PARIS (ITA)1:43.92
2. A. KILDE (NOR)+0.55
3. B. FEUZ (SUI)+0.81
4. N. HINTERMANN (SUI)st
5. R. COCHRAN-SIEGLE (USA)+1.06
6. V. KRIECHMAYR (AUT)+1.20
7. J. READ (CAN)+1.39
8. T. GANONG (USA)+1.42
8. M. MUZATON (FRA)st
10. J. FERSTL (GER)+1.43
Courchevel
Paris: "Faccio una fatica incredibile su questa neve"
17/03/2022 ALLE 12:18
Tra i big della velocità fatica Matthias Mayer, in difficoltà dopo il terzo posto di gara-1. L'austriaco non è mai un fattore in questa gara e paga oltre un secondo e mezzo da Domme, finendo fuori dalla top 10. Meglio di lui fa un "ritrovato" Vincent Kriechmayr, addirittura fuori dai primi 50 venerdì e discreto sesto alla seconda occasione. Gli Stati Uniti battono due colpi con Ryan Cochran-Siegle e Travis Ganong, rispettivamente quinto e ottavo. Top 10 completata da tre pettorali piuttosto alti, con il canadese Jeffrey Read (42), il francese Maxence Muzaton (27) il tedesco Josef Ferstl (29).

È tornato Paris! Dominio in discesa, rivivi la gara

Casa Italia. Un Christof Innerhofer non ancora al meglio si difende come può e chiude 22esimo a poco più di due secondi dal compagno di squadra. Rammarico per Matteo Marsaglia e Mattia Casse. Il primo commette un grave errore nella parte alta e finisce fuori dalla zona punti, nonostante una seconda parte di gara degna dei migliori 15. Il secondo, in lotta per la qualificazione alle finali di Courchevel/Meribel, scivola durante una curva ad alta velocità e termina anzitempo la sua gara. Fuori dai 30 anche Nicolò Molteni (34esimo), Pietro Zazzi (50esimo) ed Emanuele Buzzi (58esimo), mentre non completa la prova Guglielmo Bosca. Gara fotocopia della prima discesa per Marco Odermatt, dodicesimo e mai in lotta per le posizioni di vertice su una pista con cui non ha mai/ancora trovato feeling. Era anche il giorno dell'ultima recita del grande Kjetil Jansrud. Sulle nevi di casa, il norvegese si scioglie alla commozione dopo il traguardo, acclamato dalla sua gente, dai compagni di squadra e da tutti gli altri. Un campione vero, che mancherà a tutti.

L'ultima di Jansrud: la festa e il tributo dei compagni

La classifica di specialità rimane aperta per quattro contendenti, anche se per due di loro servirebbe un miracolo a una gara dalla fine. Kilde guida con 570 punti, seguito da Feuz a quota 547. Poi Matthias Mayer a 488 e Dominik Paris a 482. Per l'azzurro, intanto, arriva la vittoria numero 21 in Coppa del Mondo, la seconda di questa stagione dopo quella ottenuta a Bormio a fine dicembre. I successi in discesa libera sono invece 17: nella storia hanno fatto meglio solamente Franz Klammer (25), Peter Müller (19) e Stefan Eberharter (18).

Che botta Casse! Impatta a tutta velocità sulle reti

Kvitfjell
LIVE! Discesa Kvitfjell: Bosca nono, Hintermann e Alexander esultano
04/03/2022 ALLE 10:13
Pechino 2022
Paris: “Deluso perché volevo il podio, ma ho dato tutto”
07/02/2022 ALLE 06:54