Dopo la sorprendente vittoria di ieri, la ventiseienne slovena Ilka Stuhec si è confermata come la miglior interprete della discesa libera di Lake Louise, nonostante un tracciato accorciato di una quindicina di secondi. In 1’24″95, Stuhec si è imposta davanti alla favorita svizzera Lara Gut, che si è fermata ad 11/100 dalla vincitrice. Sebbene entrambe le gare siano state caratterizzate da repentini cambiamenti di visibilità, ciò non basta a spiegare il doppio successo in Coppa del Mondo dell’atleta slovena, che questa volta partiva tra le prime dieci e che sembra aver raggiunto una nuova dimensione dopo tanti piazzamenti.
A completare il podio è l’ungherese Edit Miklós, partita per prima, che con 43/100 di ritardo torna tra le migliori tre dopo la gara di St. Moritz di due stagioni fa, migliorando ulteriormente dopo essere già stata nella top ten ieri. Seguono in classifica la svizzera Corinne Suter (+54/100) e la svedese Kajsa Kling (+73/100), quinta dopo il podio di ieri, mentre la migliore delle austriache è Mirjam Puchner, sesta a 95/100 dalla vincitrice. Oltre il secondo di distacco, troviamo la statunitense Laurenne Ross (+1″02), così come le due azzurre Nadia Fanchini (+1″27) e Johanna Schnarf (+1″35), rispettivamente ottava e decima. Tra le due si è infilata la rappresentante del Liechtenstein, Tina Weirather (+1″32).
Seconda classificata ieri, Sofia Goggia non è riuscita a confermarsi quest’oggi, anche se si classifica comunque ad un dignitoso dodicesimo posto (+1″45), soprattutto considerando il pettorale numero ventuno che quest’oggi non era tra quelli più favorevoli. A punti anche Elena Fanchini, 14ma (+1″60) e Verena Stuffer, 19ma (+1″83), mentre Nicol Delago è la prima fuori dalle trenta, a 2″64 da Stuhec. Chiudono senza punti anche Elena Curtoni e Verena Gasslitter.
Lake Louise
Lara Gut vince un superG sprint, ancora sul podio Sofia Goggia
04/12/2016 A 21:43
In ottica classifica generale, va sottolineato il tredicesimo posto della statunitense Mikaela Shiffrin (+1″46), che continua la propria progressione in questa disciplina e mantiene la leadership nella corsa alla sfera di cristallo con 358 punti contro i 230 di Gut, mentre dobbiamo sottolineare la crisi dell’austriaca Cornelia Hütter, che esce da questa due giorni senza punti. Naturalmente Stuhec guida la classifica di discesa con 200 punti, settanta in più dell’elvetica Gut.
giulio.chinappi@oasport.it