Sofia Goggia può tornare sugli sci. Lo ha comunicato la FISI dopo l’esito di un consulto medico, dopo il periodo di convalescenza e riabilitazione in seguito alla rottura del piatto tibiale della gamba destra, dopo una sfortunata caduta a Garmisch il 31 gennaio scorso.
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, On Demand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!
La prognosi era di 45 giorni, che scadranno il 17 marzo, data in cui si dovrebbe disputare l’ultima discesa stagionale (in programma alle 11).
Lenzerheide
Feller in rimonta: suo l'ultimo slalom dell'anno
21/03/2021 A 13:32
Sofia potrebbe quindi rientrare e tentare di fare punti per garantirsi la Coppa di specialità che al momento è insidiata da Corinne Suter e Lara Gut-Behrami.
Sofia ha infatti 480 punti, Suter 410 e Gut 383, quindi con 100 punti massimi ancora in palio entrambe potrebbero strapparle il titolo alle finali di Lenzerheide. Se le cose restassero così e Sofia Goggia non rientrasse, vincerebbe comunque la Coppa se Corinne Suter arrivasse terza o peggio e Lara Gut non vincesse la gara. Suter vincerebbe quindi la Coppa arrivando almeno seconda. Gut vincerebbe la Coppa se arrivasse prima nell'ultima gara e Suter non facesse meglio del terzo posto.
Se Goggia però ci fosse e gareggiasse, potrebbe allontanare le avversarie da questo assalto. Al momento, però, i medici le hanno dato l’ok per rimettere gli sci ai piedi, ritrovare le sensazioni migliori, fare un po’ di andature e curve, ma nulla che si avvicini a una gara.
E prima della gara del 17 ci sono le prove cronometrate, il 15 e il 16, fondamentali per poter affrontare una discesa senza rischi. Quindi si tratterebbe di anticipare di altri due giorni il rientro. Analizziamo dunque i pro e i contro dell’operazione “rientro lampo”, per i quali servirà comunque un ulteriore consulto medico prima dell’ok definitivo.

Goggia che paura! Si salva al pelo, ma salta la porta

I pro

Sofia Goggia è rimasta fortemente provata dall’infortunio e dall’obbligo di rinunciare ai Mondiali nel momento in cui era più in forma. Rientrare le darebbe un’iniezione di fiducia e la proietterebbe verso la prossima stagione. Inoltre, come dicevamo prima, gareggiando potrebbe, con una prova dignitosa (nessuno si aspetta che vinca), portare a casa i punti sufficienti per conquistare il Globo. Data per assodata la necessità di Gut di vincere la gara, considerando invece una vittoria di Suter, Sofia potrebbe arrivare al massimo ottava. Diciamo quindi che entrando in gara, Sofia ridurrebbe di molto il range di possibilità per le due avversarie.

Goggia the brave vince ancora in discesa, riguardala

I contro

Ovviamente ci sono dei contro. Rientrare e buttarsi a tutta in una gara non è mai né facile, né sicuro. Inoltre, abbiamo visto come chi negli ultimi anni rientra da un grave infortunio ci metta più o meno una stagione a ritrovare la quadratura del cerchio, quindi per Goggia sarebbe difficilissimo riuscire a piazzare il risultato. Infine, c’è da considerare un altro fattore: se è sempre sconsigliato affrettare i tempi di rientro per il rischio di rifarsi male subito e fare più danno (il caso più eclatante e recente è sicuramente quello di Marc Marquez nella MotoGP), a maggior ragione il momento è ancora più delicato, perché la prossima stagione è quella olimpica e se disgraziatamente Sofia dovesse rifarsi male i tempi di rientro si allungherebbero inesorabilmente, compromettendo la difesa del titolo a cinque cerchi.
Insomma, è una scelta che andrà ben ponderata, ma per fortuna c’è il tempo necessario per valutare ogni singola sfaccettatura della situazione e lo staff medico che segue Goggia, dopo il gran lavoro già fatto, sembra più preparato e autorevole che mai.

Goggia: "Tra Mondiale e Coppa del Mondo, scelgo...l'Olimpiade!"

Lenzerheide
Feller torna alla vittoria, Vinatzer quarto ritrovato
21/03/2021 A 13:32
Lenzerheide
Vinatzer sfiora il podio: quarto posto per l'azzurro
21/03/2021 A 13:30