Lo svizzero Daniel Yule vince inaspettatamente lo slalom di Madonna di Campiglio e conquista il primo successo nella Coppa del Mondo di sci alpino. Alle sue spalle giunge l’austriaco Marco Schwarz, staccato di 34 centesimi. Terzo è Michael Matt con un ritardo di 50 centesimi. I due grandi rivali attesi sulle nevi italiane l’austriaco Marcel Hirscher ed il norvegese Henrik Kristoffersen escono di scena in maniera del tutto inaspettata, stravolgendo il quadro del podio.
Si sorride in casa Italia. Il migliore è Giuliano Razzoli che, dopo anni di sofferenze e un post infortunio che sembrava un incubo, vede la luce. Il nostro portacolori infatti ha colto un grandioso quinto posto, stupendo tutti nella prima manche conclusa in decima posizione con il pettorale n.69, e poi si è confermato nella seconda run. Il campione olimpico di Vancouver 2010 non marcava punti in Coppa del Mondo dallo slalom di Aspen del marzo 2017, quando chiuse 11°. Dopo i buoni segnali lasciati intravedere in Coppa Europa, l’emiliano ha confermato di aver finalmente ritrovato la strada giusta. A 34 anni appena compiuti chissà che non possa regalarsi un ultimo scorcio di carriera denso di soddisfazioni.
È veramente incredibile. Non ci credevo perché con il 69 era un'impresa, ma qui a Campiglio hanno preparato una pista fantastica. Stavo sciando bene, in Coppa Europa sono andato sul podio, e dietro c'è tanto lavoro, sono stati tre anni difficili, è stata dura ed è bello essere qui. Era difficile con un numero alto, ma ci ho sempre creduto, io e pochi altri. Gli amici ci credevano, io sapevo che stando bene fisicamente potevo tornare come tre anni fa. Adesso sono qua, sto ritornando, la strada è ancora lunga, ma questa soddisfazione per me è enorme, ho dato tutto per arrivare fin qua. Ho avuto una bellissima carriera ma anche tanti infortuni che non mi hanno permesso di restare al top. Non è un podio, né una vittoria, ma vale tanto. Io mi sono fatto male nel momento migliore della mia carriera, ho lascato per strada vittorie e podi, ma forse non avrei mai goduto per una giornata del genere. Che dire: 'Credete tutti in voi stessi'. Sono un campione olimpico e quando smetterò lo deciderò io, non gli altri. È stato un percorso difficile tornare da quell'infortunio, ci sono voluti tre anni, ma siamo di nuovo qui nei primi cinque. Non è finito il percorso, è lungo, vorrei essere fisso a questi livelli e togliermi altre soddisfazioni. Ma devo dire che intanto questa è una grande gioia perché è direttamente proporzionale alla fatica che ho fatto per tornare qui. La prima manche è stata fantastica, ma anche la seconda è stata difficile. Dopo anni, avevo bisogno di arrivare davanti e non ventesimo, ho dovuto prendermi i miei rischi e sono rimasto concentrato come sempre. I fenomeni possono sbagliare? Finalmente. Ho avuto più sfortuna di loro in carriera, quindi posso dirlo serenamente. Anch'io prima di farmi male ho regalato qualche podio, complimenti a Yule e a chi ha sfruttato l'occasione
Madonna di Campiglio
Yule vince una gara pazza a Campiglio! 5° un rinato Razzoli, fuori Hirscher e Kristoffersen
22/12/2018 A 19:13

Moelgg sta entrando in forma

Grande prova anche di Manfred Moelgg (sesto), al miglior piazzamento stagionale, dietro a Razzoli per appena un centesimo. L’altoatesino ha esibito una grande prova sulle nevi di casa e può rilanciarsi in vista dei prossimi appuntamenti
È stata una settimana molto intensa per noi gigantisti, anche qui due (Hirscher e Kristoffersen, n.d.r.) hanno pagato un po’, anche se sono marziani. Per me è importantissimo questo risultato di oggi: il prossimo sarà un mese fondamentale dove posso dare il meglio di me. Adesso torno a casa, un po’ di biscotti della mamma per ricaricare le batterie e presentarmi carico agli allenamenti di San Vigilio con la squadra
giandomenico.tiseo@oasport.it
Madonna di Campiglio
Straordinario Yule: inforcano tutti, vince a sorpresa lo slalom speciale di Campiglio
22/12/2018 A 18:37
Madonna di Campiglio
Hirscher e Kristoffersen vicinissimi nella 1a manche dello slalom di Campiglio! 8° Vinatzer
22/12/2018 A 16:05