L'anno, il Mondiale, il momento di Lara Gut-Behrami. E chi l'avrebbe pensato, solo qualche mese fa? Dopo l'oro in Super G e il bronzo in discesa, la ticinese aggiunge un'altra tacca a una stagione divenuta leggendaria, conquistando il gigante di Cortina in un finale romanzesco. Dalla terza posizione della prima manche alla gloria per l'inezia di due centesimi, tanto è stato il suo margine su Mikaela Shiffrin su un tracciato sfiancante, stordente, infinito. La statunitense, leader in mattinata, si inchina ancora nella specialità in cui è ultima campionessa olimpica e dove era bronzo in carica e già argento nel 2017. Difficile chiamarla maledizione, per lei che arriva alla decima medaglia iridata, ma beffa è di certo un termine calzante per descrivere quanto successo. Bronzo a un'indomita Katharina Liensberger, nonostante due numeri da circo tra Scarpadon e Rumerlo. E che dopo il successo ex aequo nel parallelo con Marta Bassino incamera altri punti fiducia verso il gran finale di sabato, dove nello slalom promette battaglia a chiunque.

Gut strepitosa anche in gigante, ancora oro: riguardala

La top 10 del gigante femminile

Mondiali
Shiffrin: "Cortina, grazie a te sono tornata a sorridere"
26/02/2021 A 20:15
1. Lara GUT-BEHRAMI (SUI) - 2:30.66
2. Mikaela SHIFFRIN (USA) - +0.02
3. Katharina LIENSBERGER (AUT) - +0.09
4. Alice ROBINSON (NZL) - +0.73
5. Ramona SIEBENHOFER (AUT) - +1.26
6. Maryna GASIENICA-DANIEL (POL) - +1.53
7. Tessa WORLEY (FRA) - +1.64
8. Wendy HOLDENER (SUI) - +1.68
9. Ragnhild MOWINCKEL (NOR) - +1.70
10. Nina O'BRIEN (USA) - +1.80
Quarta, ma già a distanza di sicurezza è una ritrovata Alice Robinson: dopo una stagione buia, finalmente ai suoi livelli nel giorno più importante. Dietro di lei Ramona Siebenhofer, che a questo punto deve tornare a fare sul serio tra le porte larghe. Clamorosa nella parte alta, un tesoretto che la fa risalire dalla quattordicesima piazza alla top 5 per un'altra gradita sorpresa. La polacca Maryna Gasienica-Daniel conferma i suoi progressi ed è ottima sesta, davanti a una Tessa Worley a cui non riesce il recupero in una seconda manche in cui poteva sfruttare meglio la curva più accentuata. Chiude la top 10 una Nina O'Brien sorridente, ma con che rimpianti. Seconda nella prima manche a un nulla da Shiffrin, sbaglia tutto a poche porte dalla fine quando il podio era alla portata.

Shiffrin in scioltezza: davanti nella prima manche del gigante

Le speranze dell'Italia, già affossate in mattinata, non incontrano il miracolo. Marta Bassino si difende certamente meglio, ma non certo per risalire abbastanza. È 13esima a 2.28 dall'oro e abbacchiata, subito dietro ad altre due grandi deluse: Michelle Gisin e Petra Vlhova, che per un motivo o per l'altro vedono il podio solo con binocolo. Laura Pirovano chiude 26esima, Elena Curtoni non parte nella seconda manche dopo il 32esimo posto della mattina. Di Federica Brignone è storia ormai nota, fuori su un dosso beffardo a metà della prima manche.

Brignone, che incubo! Sbaglia ed è fuori dal gigante

Detto delle dieci medaglie iridate di Shiffrin, anche il bottino complessivo di Lara Gut (che non vinceva in gigante da più di quattro anni) non scherza: due ori, tre argenti e tre bronzi conquistati in cinque Mondiali diversi. Lo stesso score complessivo di una certa Lindsey Vonn, per dire. La Svizzera continua a fare festa nel medagliere cortinese, con il terzo oro e la nona medaglia in dieci gare. La sfida con l'Austria - che resta prima grazie a quattro successi - resta più viva che mai in vista delle ultime gare. Venerdì tocca al gigante maschile, nel weekend il gran finale con i due slalom.

Rivivi la seconda manche del gigante (contenuto premium)

Iscriviti per guardare

Hai già un account?

Accedi
Sci alpino

Cortina 2021 | Gigante donne (2a manche)

00:00:00

Replica
Mondiali
Vinatzer: "Il sale non è la mia neve, sono contento lo stesso"
21/02/2021 A 13:42
Mondiali
Vinatzer troppo trattenuto: è quarto in slalom
21/02/2021 A 13:11