Le Olimpiadi di Pechino 2022 saranno ricordate, come ogni edizione a cinque cerchi, per le gesta dei grandi campioni e per le incredibili storie che si nascondono dietro a tanti dei suoi protagonisti meno blasonati. Ma non solo. La rassegna in terra cinese resterà a lungo nella memoria per essere stata l'edizione nera di Mikaela Shiffrin, una delle atlete di copertina della vigilia e sprofondata in un incubo impronosticabile, che se non ci fossero le immagini a raccontarlo non sarebbe un fatto credibile per nessuno.
La statunitense arrivava alle sue terze Olimpiadi con un obiettivo ben fisso in mente: salire sul podio in tutte le gare a cui avrebbe preso parte, preferibilmente agguantando la medaglia del metallo più prestigioso. In ordine di programma, le certezze erano gigante, slalom e combinata. Le ambizioni era vive anche in Super G, con la discesa a rimanere un'incognita fino all'ultimo e la partecipazione al Team Event decisa in corso d'opera. Bene, sul suo terreno di caccia, Shiffrin ha inanellato tre uscite clamorose.
Abbonati a Discovery+ in offerta a 29,90€ invece di 69,90€ all'anno per seguire le Olimpiadi di Pechino 2022, e tutta la programmazione sportiva di Eurosport e quella enterteinment del mondo Discovery.
Pechino 2022
La Fisi a mamma Brignone: "Basta falsità sui nostri dottori"
23/02/2022 A 17:53
Calendario e gare | Gli Azzurri a Pechino 2022 | Medagliere | Video highlights

"Poor, poor Shiffrin", l'inforcata clamorosa in tutte le lingue del mondo

Sette porte in gigante, quattro e mezzo in slalom, una dozzina tra i rapid gates in combinata. La "Ice River", pista su cui Shiffrin doveva costruire una grossa fetta della sua epopea pechinese, di fatto, è stata una visione effimera per lei. Mai arrivata al primo intermedio, mai il tempo di prendere il ritmo. Una trentina di secondi scarsi sommando le tre gare in questione. La 26enne di Vail aveva preso parte a diciotto eventi tra Mondiali e Olimpiadi prima del 2022 e non era mai uscita, ottenendo un ottavo posto come peggior risultato. In generale, le tre gare senza arrivare al traguardo collezionate in Cina sono numericamente le stesse che aveva messo insieme nelle novanta gare precedenti a questo evento. Un filotto sconcertante, quello di Yanqing, che non si può spiegare. In questi Giochi olimpici, le uniche competizioni che ha concluso sono il Super G (nona, lontana dalle medaglie) e la discesa (diciottesima e senza grosse velleità, a quel punto).

Shiffrin disperata dopo l'uscita, rimane immobile a bordo pista

Può risultare strano parlare di pressione insostenibile per un'atleta del suo calibro, un fenomeno capace di vincere tutto a ripetizione ed eletta già ora da tanti come la più grande di sempre del suo sport. Lei stessa ha detto di non credere che sia stato questo il problema principale, sostenendo che la situazione non fosse diversa da altri eventi del passato, vedi PyeongChang 2018. Dopo la tragica morte del padre, Shiffrin si è dimostrata più umana, più terrena, più accessibile a tutti gli altri nei rapporti personali. Magari la perdita di qualche briciolo della sua freddezza mentale l'ha fatta tremare nell'evento che conta più di tutti, ma è solo una supposizione. Sicuramente essere una come lei, atleta a cui viene chiesta sempre la Luna, dev'essere un fardello considerevole. I quesiti sono molteplici e arrivano come stilettate da ogni angolo, ma Mikaela non ha le risposte pronte per spiegare l'incubo che ha vissuto in questa Olimpiade. Non le ha ora e forse non le avrà mai.

Clamoroso! Shiffrin fuori anche in slalom dopo poche porte

Di certo ha reagito in maniera un po' diversa dopo l'uscita in combinata. Nel gigante era incredula. Nello slalom, l'avevamo vista sconsolata e con la testa tra le mani a bordo pista mentre le avversarie continuavano a scendere. Al terzo ko, dopo l'immediata e inevitabile delusione, ha provato a cambiare espressione. Alla domanda "come stai", Mikaela ha reagito ridendo, prima di analizzare la situazione con filosofia e apparente tranquillità e lasciandosi andare a una battuta nel finale. Come a dire "è andata così, è assurdo, ma bisogna andare avanti e non ha più senso pensarci". Il suo futuro prossimo si chiama Team Event e lei stessa ci ha scherzato su, dicendo che sarà lei l'anello debole della squadra. Poi, lasciata Pechino, il gran ritorno in Coppa del Mondo. Con diciassette punti da difendere su Petra Vlhova in classifica generale e dieci gare ancora in calendario, per mettere in bacheca la sua quarta Sfera di cristallo. Pietra sopra e via, perchè gli obiettivi di Shiffrin non mancano mai e sono sempre i più prestigiosi possibili.

Colpo di scena Shiffrin! Out nella prima manche di gigante

COME SEGUIRE TUTTE LE GARE DELLE OLIMPIADI: ABBONATI A DISCOVERY+ IN OFFERTA SPECIALE

SEGUI IN DIRETTA TUTTE LE EMOZIONI DELLE OLIMPIADI INVERNALI DI PECHINO 2022 SU DISCOVERY+. Offerta incredibile con l'abbonamento annuale a 29,90€ invece di 69,90€. Potrete seguire tutte, ma proprio tutte, le gare dei Giochi di Pechino Livestreaming o rivederli On demand. Inoltre, tutte le emozioni degli altri eventi targati Eurosport a cominciare dalla nuova stagione di ciclismo, il Roland Garros, US Open e molto altro ancora, oltre alla possibilità di accedere anche alla sezione Enterteinment del mondo Discovery.

Sport Explainer: alla scoperta dello sci alpino

Pechino 2022
Goggia alla mamma di Brignone: "Polemica spiacevole e offensiva"
22/02/2022 A 10:40
Pechino 2022
Pechino 2022 : Highlights - Mixed Parallel Team Finals
20/02/2022 A 03:30