Clamoroso: la gara dell'uomo più atteso di giornata finisce dopo poche porte. Parliamo naturalmente di Marcel Hirscher che, dopo ben 6 vittorie in stagione su 8 slalom disputati, sbaglia forse nella gara più importante dell'anno: lo slalom speciale olimpico di PyeongChang. E' umano anche lui, anche se stupisce questa uscita di scena, soprattutto dopo i due ori già ottenuti a Corea che hanno tolto pressione sulle spalle dell'austriaco.
E così, finalmente, può approfittarne Henrik Kristoffersen. Il norvegese scende prima di Hirscher, non fa la manche perfetta ma si piazza comunque in testa. Poi sfrutta il regalo dell'acerrimo avversario per chiudere davanti la prima manche. Il vantaggio è di appena due decimi sul primo degli avversari, il buon André Myhrer, ma l'occasione è di quelle da cogliere a piene mani.
PyeongChang
E se la soluzione fosse Alberto Tomba? Roda e la Fisi sognano di portarlo in nazionale
26/02/2018 A 10:45
Terza la sorpresa di giornata: Muffat-Jeandet fa la prova della vita, partendo con il pettorale 16 e chiudendo dietro lo svedese, a sei decimi da Kristoffersen. La Francia ne piazza tre nei sette, con Pinturault sesto e Noel subito dietro. Quinto Foss-Solevaag.
Quarto l'ottimo Manfred Moelgg. L'italiano sfrutta il numero due di pettorale facendo una manche veloce, con piccole sbavature. Il podio è distante 6 centesimi, bisogna fare una seconda grande manche per sognare una medaglia. Alle ore 5.15 il via alla seconda manche.