L'emozione della prima Olimpiade dei "grandi" (dopo aver partecipato a quelle giovanili di Lillehammer 2016), mescolata a quella di essere porta bandiera e unico rappresentante del proprio paese: penserà a tutte queste cose lo sciatore alpino sammarinese Alessandro Mariotti, allo "start" della manche in programma domenica mattina 18 febbraio sulla pista di Yongpyong alle 10,15 locali (le 2,15 italiane). La seconda lo vedrà in scena, invece, alle 13,45 (le "nostre" 5,15). Stessi orari, invece, per la seconda giornata di gare di giovedì 22.

Alessandro Mariotti (Sci Alpino, unico rappresentante di San Marino alle Olimpiadi di PyeongChang 2018) (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

Alessandro: studente a Urbino, orgoglio sammarinese

PyeongChang
Matthias Mayer trionfa in SuperG: male l'Italia, 7° Paris e 16° Innerhofer
16/02/2018 A 07:24
Classe 1998, Mariotti ha compiuto 19 anni lo scorso 5 novembre. E' del castello di Montegiardino e, nella vita di tutti i giorni è studente di Scienze della Formazione all'Università di Urbino. Faccia da bravo ragazzo, sulla pista è aggressivo e allo stesso tempo ordinato, tanto da far riporre grandi speranze al Cons, il Comitato Olimpico Sammarinese, presieduto da Gian Primo Giardi, insieme al segretario Generale Eros Bologna. Mariotti aveva già preso parte, nel febbraio dell'anno scorso, ai Mondiali di St. Moritz, classificandosi 66esimo nello slalom gigante, a sole sei posizioni dalla qualificazione per la seconda manche e a 13 secondi e 30 dal grande Marcel Hirscher, che ha ritrovato proprio in Corea del Sud.

Alessandro Mariotti (Sci Alpino, unico rappresentante di San Marino alle Olimpiadi di PyeongChang 2018) (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

"Che emozione portare la bandiera biancazzurra"

Alla cerimonia di inaugurazione, Mariotti ha sventolato la bandiera consegnatagli qualche giorno prima nella bellissima Piazza della Libertà, sfilando insieme a coach Denis Pauletto e dal capo missione Gian Luca Gatti. Ma, detto, tutto ciò, Mariotti resta - al momento - un atleta dilettante che, in questi giorni di preparazione, ha ammirato a bocca aperta gli idoli di una vita. Alla vigilia della sua avventura a cinque cerchi, ha dichiarato:

Alessandro Mariotti (Sci Alpino, San Marino), al centro, fotografato prima della partenza per PyeongChang

Credit Foto From Official Website

Sono pronto, mi sono allenato moltissimo e sono estremamente fiducioso. Sono emozionato, ovvio, ma sto anche molto bene. Ho preso parte a tantissime gare ma non riesco ad immaginare come sarà questa che è la gara della vita. Per quanto riguarda la mia permanenza a PyeongChang spero per prima cosa di divertirmi tanto, per quanto riguarda la gara so che il livello sarà altissimo ma darò il massimo. Ricevere la bandiera sammarinese e sventolarla agli occhi del mondo, è qualcosa di impagabile: mi hanno detto di tenerla ben alta, in tutti i sensi e, soprattutto, di divertirmi. Spero di lasciare un messaggio positivo, vorrei che la mia partecipazione alle Olimpiadi serva a far capire a tanti ragazzi che praticare sport regala soddisfazioni apparentemente inarrivabili. Fate il tifo per me.

Alessandro Mariotti (Sci Alpino, unico rappresentante di San Marino alle Olimpiadi di PyeongChang 2018) (Getty Images)

Credit Foto Getty Images

"Ora, tutti a tifare. Ma lui pensi a divertirsi"

A parlare, anche il segretario di Stato per lo sport Marco Podeschi:
Siamo in fibrillazione per Alessandro: presentarsi ad un’Olimpiade per un paese come il nostro è motivo di vanto. Voglio rivolgergli un sentito grazie e, ancor prima che da segretario di Stato per lo sport, da suo grande tifoso. E da sammarinese voglio chiedergli di prestare molta attenzione, di ricordarsi che la prima manche gli deve aprire le porte alla seconda e ad una classifica positiva e soprattutto di divertirsi e di godersi questa meravigliosa avventura confrontandosi con i suoi idoli e con il più importante contesto sportivo che esista.

Alessandro Mariotti (Sci Alpino, San Marino), riceve la bandiera da portare a PyeongChang 2018

Credit Foto From Official Website

"Ha lavorato bene, stupirà tutti"

Tanta emozione anche nelle parole del capo missione Gian Luca Gatti:
Parlare di aspettative relative all’atleta è molto complicato quando si tratta di sci alpino. E’ ovvio che noi ci aspettiamo tanto ma siamo anche consapevoli che Alessandro non è un professionista e che combatterà contro i più forti al mondo. Ha lavorato benissimo e la qualificazione olimpica se l’è meritata. Nell’ultimo anno è migliorato moltissimo e siamo davvero fiduciosi in vista della gara.

Alessandro Mariotti (Sci Alpino, unico rappresentante di San Marino alle Olimpiadi di PyeongChang 2018) (Getty Images)

Credit Foto Getty Images