Sci Alpino

Roda: "Mondiali di sci a Cortina nel 2022? Andranno al posto delle Finali di Coppa"

Condividi con
Copia
Condividi questo articolo

Federica Brignone | Giant Slalom | ESP Player Feature

Credit Foto Getty Images

DaOAsport
28/05/2020 A 09:18 | Aggiornato 28/05/2020 A 09:23

Dal nostro partner OAsport.it

Anche se neve, atleti e Coppa del Mondo di sci alpino sono ancora lontanissimi all’orizzonte, nel corso di questa settimana si è parlato moltissimo a livello di Circo Bianco. La proposta della FISI a FIS di rinviare i Mondiali di Cortina dal 2021 al 2022 ha lasciato molti addetti ai lavori a bocca aperta, per cui sembra davvero il momento adatto per una bella chiacchierata con Flavio Roda, presidente della Federazione Italiana. L’occasione è stata una diretta Facebook sul sito ufficiale della FISI, nella quale si sono toccati numerosi argomenti interessanti. Andiamo a conoscere gli stralci più importanti.

Sci Alpino

Innerhofer: “Meglio spostare i Mondiali se Cortina rischia di perdere l'appuntamento"

27/05/2020 A 10:43

Come anticipato, il punto di partenza è stata la richiesta di spostare di un anno i Mondiali di Cortina, dal 2021 al 2022.

Parliamo di un evento importantissimo per l’Italia, la Regione Veneto, la FISI, tutto lo sport di casa nostra ed il sistema montagna nel suo complesso. È stato svolto un grande lavoro, di qualità, con notevoli investimenti. Sono state cancellate le Finali di marzo, che sarebbero state la prova generale dei Mondiali. Questo ha causato anche un danno economico dato che la macchina operativa era pronta, con le tribune montate e annessi e connessi. Ecco perché è necessario sapere con anticipo cosa succederà nei prossimi mesi. I diritti TV portano un ammontare di circa 30 milioni, al momento la Fondazione ne ha già spesi circa 20, ed a dicembre/gennaio la cifra probabilmente, toccherà 25. In caso di cancellazione non potremmo contare sui diritti TV e si creerebbe un buco finanziario impossibile da coprire.

Oltre ai fattori economici, un altro problema sarà la composizione dei calendari.

Alla FIS è stato richiesto questo spostamento di un anno.

Un altro snodo non di poco conto, riguarderà le tv e, soprattutto, i diritti di trasmissione dell’evento.

Abbiamo aspettato l’ultimo momento per inoltrare la richiesta alla FIS che terrà un consiglio specifico nella giornata del primo luglio. Il presidente Kasper sapeva della nostra proposta dato che ci siamo confrontati

Flavio Roda dopo aver analizzato la situazione a livello organizzativo ed economico, commenta quanto detto in questi giorni dai protagonisti veri e propri del Circo Bianco:

So che molti atleti sono contrari a questo spostamento. Anche la nostra Federica Brignone ha fatto qualche dichiarazione in tal senso. D’altra parte anche il Mondiale di casa a porte chiuse non sarebbe il massimo. Capisco il punto di vista degli atleti, è assolutamente condivisibile, occorre programmazione nello sport e due eventi ravvicinati non sono certo facili da gestire. Devono comunque capire che si tratta di una scelta sofferta.

alessandro.passanti@oasport.it

Brignone, Moioli, Wierer e tutti i campioni della FISI in coro: "Restiamo a casa, andrà tutto bene"

00:00:33

Sci Alpino

Un imprenditore salva Wengen? La Federazione svizzera ritira la richiesta di sostituzione

26/05/2020 A 10:05
Sci Alpino

Brignone: "Mondiali di Cortina dopo le Olimpiadi? Non ha senso, spero si tengano nel 2021"

26/05/2020 A 08:49
Contenuti correlati
Sci Alpino
Condividi con
Copia
Condividi questo articolo