Mikaela Shiffrin è speciale! Scopro l’acqua calda, lo so, ma con un’atleta del genere non ci si stanca veramente mai. Dopo aver superato il covid, digerito l'amarezza di Kranjska Gora e lottato con una Petra Vlhova quasi disumana per continuità, la campionessa americana torna sulla plancia di comando nella notte di Schladming e mette in bacheca la vittoria numero 47 in slalom (primato assoluto), la numero 73 in coppa del mondo e il 116° podio in carriera (-21 da Vonn). Di-su-ma-na.

Shiffrin, che rimonta! Rivivi la sua vittoria a Schladming

Alle sue spalle, Petra Vlhova, che deglutisce amaro perché ci teneva tantissimo a mettere la ciliegina sulla torta in questo ultimo slalom prima dei giochi Olimpici di Pechino. La campionessa slovacca si deve "accontentare" della sua seconda coppa di specialità, che arriva dopo un percorso quasi perfetto (5 slalom vinti su 7). Terza, la tedesca Lena Duerr, magnifica nella prima manche e poi costretta a salvare il podio dalle grinfie della baby - e già fortissima - Camille Rast.
Schladming
Nullmeyer inforca sul più bello, poi non si ferma più
11/01/2022 A 21:29
La classifica generale femminile: Shiffrin allunga su Vlhova e Goggia

Shiffrin, quante emozioni! Batte Vlhova e scoppia in lacrime

Il racconto della serata

È stata una serata storica quella che abbiamo assaporato sulla mitica Planai. Una serata di gala per le reginette del circo bianco, che per la prima volta incontravano la notturna di Schladming. Nella prima manche, oltre alla solita Vlhova assolutamente autoritaria nel comandare le operazioni, Shiffrin preferisce tirare il freno a mano, Duerr, Holdener e Nullmeyer si candidano al ruolo di miglior attrice non protagonista e le giovanissime Emma Aicher e Camille Rast aprono il gas senza in benché minimo timore reverenziale.
Nella seconda discesa, invece, il leader board viene completamente ribaltato. Il Canada sfrutta il tracciamento "di casa" e risale di prepotenza con Laurance St-Germain (17 posizioni guadagnate) e Amelia Smart, le giovanissime Aicher e Nullmeyer vengono divorate dalla pressione (inforcata per entrambe) e Wendy Holdener non riesce a ribadire il risultato ottenuto a Kranjska Gora. Così facendo, ne esce una top10 completamente pazza, in cui Chiara Mair, Camille Rast e Leona Popovic ottengono il miglior risultato della carriera, Tviberg si gode un posto al sole e la coppia Vlhova-Shiffrin (44 vittorie negli ultimi 49 slalom) può giocarsi un heads-up senza particolari preoccupazioni.
L’americana scende con l’occhio della tigre. Con il vestito di gala. Con la faccia giusta. Vlhova tenta di replicare, ma nonostante quattro decimi di vantaggio accumulati nella prima manche è come perforata dal ritmo della rivale e deve accontentarsi del secondo posto.
Coppa del Mondo sci alpino 2021/22, il calendario completo

Liensberger, che reattività! Rimane in pista con gran numero

La top10 di Schladming

Al difuori della top10: ottima prova per la giovanissima Rosa Pohjolainen (classe 2003, 14a), in affanno Sara Hector (17a), imprecisa Katharina Liensberger (21a), deludente Michelle Gisin (inforcata in prima manche), male Anna Swenn Larsson (inforcata in prima manche), positiva Anita Gulli (unica italiana a punti, 23a) e immortale la francese Nastasia Noens (16a).
1. M. SHIFFRIN (USA)1:32:66
2. P. VLHOVA (SVK) +0.15
3. L. DUERR (GER) +0.93
4. C. RAST (SUI) +1.05
4. C. MAIR (AUT)+1.05
6. L. POPOVIC (CRO) +1.37
7. M. HOLTMANN (NOR)+1.50
8. ST-GERMAIN (CAN) +1.51
9. A. SMART (CAN)+1.68
10. M. TVIBERG (NOR)+1.72
Schladming
Shiffrin, che rimonta! Rivivi la sua vittoria a Schladming
11/01/2022 A 21:15
Schladming
Liensberger, che reattività! Rimane in pista con gran numero
11/01/2022 A 21:13