Signori, che Marco Schwarz! In una stagione in cui lo slalom speciale era stata la più democratica delle discipline - sei vincitori nelle prime sei gare - l'austriaco prova a mettere le cose chiare e urla forte al cielo di Schladming: "Il più forte tra i rapid gates sono io". Dopo essersi sbloccato ad Adelboden e in un'annata in cui ha trovato una continuità per lui inedita, il classe '95 si prende anche la superclassica sulla Planai. Ancora in rimonta, stavolta, dal quinto posto. Irresistibile per chiunque o quasi, perchè con Manuel Feller non avremo mai la controprova. Il dominatore della prima manche torna a vestire i panni dello slalomista folle ed esce dopo un paio di porte nella discesa decisiva, consegnando la gloria al connazionale. Succede così, che sul podio ci salgano due francesi: Clement Noel, ancora a caccia del successo ma comunque soddisfatto della prova odierna e il leader di Coppa Alexis Pinturault, che mette in cascina punti d'oro per la classifica generale (era undicesimo dopo la prima manche).

Schwarz, rimonta e vittoria: rivivi il suo slalom

La top 10 dello slalom

Schladming
Schwarz, rimonta e vittoria: rivivi il suo slalom
26/01/2021 A 21:23
1. Marco SCHWARZ (AUT) - 1:44.04
2. Clement NOEL (FRA) - +0.68
3. Alexis PINTURAULT (FRA) - +0.82
4. Sebastian FOSS-SOLEVAAG (NOR) - +1.09
5. Ramon ZENHAEUSERN (SUI) - +1.10
6. Albert POPOV (BUL) - +1.54
7. Alexander KHOROSHILOV (RUS) - +1.57
8. Manfred MOELGG (ITA) - +1.58
9. Loic MEILLARD (SUI) - +1.67
10. Adrian PERTL (AUT) - +1.78

L'ultima discesa di Lizeroux: il francese saluta tutti

Nel giorno in cui Julien Lizeroux dà l'addio al Circo Bianco (il francese non si qualifica per la seconda manche), un altro veterano dimostra di aver ancora un ruolo da protagonista da recitare in Coppa del Mondo. È uno splendido Manfred Moelgg, ottavo alla fine dopo il settimo posto della prima manche. E con qualche rimpianto, perchè una manciata di centesimi gli negano la sesta piazza. Trentotto anni e non sentirli, lui che a Schladming era stato terzo nel 2008 e secondo nel 2004. Serata positiva anche per Stefano Gross, che ottiene il suo miglior risultato stagionale con un buon 14esimo posto. Non c'erano altri azzurri alla seconda manche, dopo le uscite di Giuliano Razzoli, Simon Maurberger e Tobias Kastlunger e le mancate qualificazioni di Alex Vinatzer (assolutamente da ritrovare) e Tommaso Sala.

Cade all'ultima porta, taglia il traguardo di faccia ed esulta

LA CLASSIFICA GENERALE MASCHILE | IL CALENDARIO DELLA COPPA DEL MONDO
Sebastian Foss-Solevaag e Ramon Zenhaeusern danno continuità alla loro stagione, pur perdendo posizioni nella seconda manche. Quarto e quinto, restano comunque in corsa per la Coppa di specialità. Trofeo che saluta Linus Strasser, irriconoscibile e protagonista di un'inforcata nella seconda discesa. Out come Michael Matt, che ripartiva da sorprendente terzo ma tradito dal tracciato aritmico. E Henrik Kristoffersen? Il norvegese prova a rimettere in piedi un'altra gara nata male e risale fino all'undicesima piazza, ma è un'altra tappa complicata per il norvegese, in stagione sul podio solo nel parallelo di Lech (secondo) e nello slalom di Madonna di Campiglio. Il gennaio dello slalom non finisce a Schladming: il circuito maschile si sposta ora a Chamonix, dove nel weekend sono in programma altre due gare tra i pali stretti.

Rivivi lo slalom (Contenuto premium)

Premium
Sci alpino

Schladming | Slalom uomini (2a manche)

01:15:27

Replica
Schladming
Cade all'ultima porta, taglia il traguardo di faccia ed esulta
26/01/2021 A 20:06
Schladming
Moelgg ottimo settimo, Feller guida la prima manche
26/01/2021 A 18:11