Ieri pomeriggio, a Sant’Antonio di Mavignola, vicino a Madonna di Campiglio, il sedicenne (lo era da appena 11 giorni) Federico Collini è morto a seguito di un incidente stradale con la sua moto da cross. A Pinzolo, il giovane sciatore trentino è stato sorpreso dall’asfalto viscido ed è andato a sbattere contro un camion, in maniera fatale.
Collini, promessa dello sci alpino del Trentino, aveva vinto il titolo regionale Under 16 con tempo identico a quello del fiemmese Sebastiano Zorzi. Era allenato dagli ex azzurri Paolo Pangrazzi e Giovanni Pasini. Nell’ultima stagione era riuscito a guadagnarsi la convocazione per l’Alpe Cimbra Fis Children Cup. Il suo sogno era quello di poter gareggiare nella sua specialità preferita, lo slalom, alla 3Tre di Madonna di Campiglio.
Il giovane sciatore lascia così i genitori e due fratelli, Mattia e Filippo, quest’ultimo a sua volta già parte della squadra agonistica del Comitato Trentino per alcune stagioni. Sarebbe stato protagonista nel mondo delle gare FIS internazionali nel prossimo inverno.
Sci Alpino
Piste da sci aperte con il Green Pass: c'è il sì dalla Camera
IERI A 08:30
Grande lo sgomento del presidente dello Sporting Campiglio, Roberto Papa: “C’è ben poco da dire quando capitano queste tragedie. Siamo tutti sconvolti. Federico era uno dei giovani più forti e promettenti del club. Come lo era anche il fratello Filippo, campione italiano Allievi tre anni fa, passato poi allo Ski Team e con in mano un biglietto per gli Stati Uniti per frequentare un college sportivo e rimettersi sotto con lo sci. Anche il fratello di mezzo, Mattia, è stato con noi a testimonianza di quanto la famiglia tenesse alla bellezza e ai benefici dello sport, della neve, della montagna. Abbiamo sospeso gli allenamenti di tutte le categorie. Nessuno ora ha voglia di pensare allo sci“.
Sci Alpino
Coppa del Mondo 2021-22, il calendario: 10 gare in Italia
16/09/2021 A 00:02
Sci Alpino
Hirscher si rompe una gamba in motocross: "Tornerò presto"
29/07/2021 A 12:42