La combinata di Wengen (Svizzera) valevole per la Coppa del Mondo di sci alpino 2019-2020 si è rivelata una delle gare più spettacolari di questa stagione, senza ombra di dubbio. Dopo la prima manche di discesa disputata nel corso della mattinata elvetica, conclusa in vetta con mezzo secondo di margine sul più immediato inseguitore, Matthias Mayer ha continuato a stupire anche nello slalom. L’austriaco ha messo in scena una prova decisamente superiore alle attese, su una pista tecnica e con pendenze severe, andando a precedere il pericolo pubblico numero uno in questa specialità, Alexis Pinturault. Il francese infatti chiude in piazza d’onore a soli 7 centesimi dal rivale, dopo aver preso il via nello slalom con un margine da recuperare di ben 1.68. Il transalpino non coglie, quindi, la decima vittoria in combinata (inseguendo le 11 del record-man Marc Girardelli) ma incamera punti pesantissimi a livello di Coppa del Mondo generale, che ora guida con 2 punti su Henrik Kristoffersen e 62 su Aleksander Aamodt Kilde, che oggi ha concluso in una buona ottava posizione. Giornata da amaro in bocca, invece, per i colori azzurri. Riccardo Tonetti scende provando l’attacco al podio, ma sbaglia pesantemente sul muro e lascia sulla neve decimi preziosi, che lo costringono in quinta posizione, mentre Dominik Paris non trova il giusto ritmo tra i pali stretti e conclude dodicesimo.

Mayer vince la combinata dominando la discesa e con un'ottima manche in slalom

Il protagonista di giornata, come detto, è però Matthias Mayer. Dopo il miglior tempo di ieri nell’ultima prova della discesa libera, l’austriaco ha saputo calarsi nel migliore dei modi anche nella combinata e ha tagliato il traguardo con il tempo complessivo di 2:32.45 conscio di avere dato tutto. Probabilmente il nativo di Sankt Veit an der Glan confidava in un piazzamento sul podio, ma vincere no, non lo sperava nemmeno lui. Invece con pieno merito centra il primo successo in carriera in questa disciplina ed il settimo in assoluto, precedendo di 7 centesimi Alexis Pinturault e di 67 il suo connazionale Victor Muffat-Jeandet.
Wengen
Noel si conferma padrone nello slalom di Wengen, secondo Kristoffersen, in testa alla generale
19/01/2020 A 13:57
Quarta posizione per lo svizzero Loic Meillard a 1.02, dopo uno slalom nel quale ha pasticciato in diversi punti, sprecando la chance di finire sul podio davanti al pubblico di casa. Quinto, e ancora una volta fuori dal podio, Riccardo Tonetti a 1.24. Il nostro alfiere ha fatto bene sia in discesa sia in slalom, ma gli è mancato il guizzo giusto tra i pali stretti dove, oggettivamente, poteva fare di più. Chiude sesto, invece, lo sloveno Martin Cater a 1.34, davanti al norvegese Kjetil Jansrud che, dopo uno slalom di spessore, si ferma a 1.52 dalla vetta. Completano la top ten un solidissimo Aleksander Aamodt Kilde che non ripete lo stupefacente secondo posto di Bormio in questa specialità, ma è comunque ottavo a 1.56 davanti al padrone di casa Niels Hintermann a 1.68 e all’austriaco Vincent Kriechmayr a 1.87.

Tonetti ancora giù dal podio in combinata, troppi errori in slalom

Termina la sua combinata in dodicesima posizione, invece, Dominik Paris a 2.03. L’altoatesino non è impeccabile come si sarebbe aspettato nella discesa, mentre tra i pali stretti prova a difendersi facendo il massimo. Ad ogni modo conquista una manciata di punti e affina il feeling in vista della attesissima discesa di domani. Chiudono oltre la ventesima posizione, invece, Alexander Prast a 5.59, Florian Schieder a 6.89 e Guglielmo Bosca a 15.83 dopo una manche di slalom totalmente sbagliata.
alessandro.passanti@oasport.it
Wengen
Paris: "Più che contento, primo podio a Wengen. La Coppa? Presto per parlarne"
18/01/2020 A 14:57
Wengen
Paris infrange il tabù ed è sul podio a Wengen: pesantissimo secondo posto per Dominik
18/01/2020 A 13:27