La Lauberhorn si conferma la casa di Beat Feuz. Il velocista svizzero fa impazzire il pubblico di casa, conquistando il terzo successo della carriera nella discesa di Wengen. Un successo che Feuz si è costruito nella stradina della Kernen-S, dove è stato assolutamente il migliore nel trovare la linea perfetta. Lo svizzero ha chiuso con il tempo di 1’42”53, precedendo di 29 centesimi Dominik Paris.
Fa, dunque, festa l’Italia, perché finalmente l’altoatesino interrompe il tabù che lo vedeva sempre fuori dal podio in quel di Wengen. Davvero bravissimo Paris, che ha limitato i danni proprio nella Kernen-S e poi è stato praticamente perfetto nella prima parte e poi soprattutto nella finale, tirando alla perfezione le ultime due curve. Un secondo posto importantissimo anche in ottica classifica generale, perché Dominik guadagna punti sui diretti avversari.

Paris da applausi: secondo a Wengen, miglior risultato in carriera sulla Lauberhorn

Wengen
Noel si conferma padrone nello slalom di Wengen, secondo Kristoffersen, in testa alla generale
19/01/2020 A 13:57
Sul podio ci sale anche il tedesco Thomas Dressen, staccato di 31 centesimi dal vincitore. Quarta posizione per Matthias Mayer (+0.38), che ieri aveva dominato la discesa della combinata e che invece oggi ha commesso qualche sbavatura all’uscita della stradina. In quinta posizione lo svizzero Mauro Caviezel, che paga 42 centesimi dal connazionale.
Sesto posto per un altro degli uomini più attesi, il norvegese Aleksader Aamodt Kilde (+0.48), che ha preceduto l’americano Bryce Bennett (+0.87), lo svizzero Nils Hintermann e l’austriaco Vincent Kriechmayr, vincitore dello scorso anno, entrambi staccati di 93 centesimi. Completa la Top-10 il norvegese Kjetil Jansrud (+1.08). Buona gara di Mattia Casse, staccato di 1.54. Più lontani gli altri azzurri: Matteo Marsaglia (+2.10), Peter Fill (+2.47) ed Emanuele Buzzi (+4.71).
Nella classifica di discesa Feuz attua il sorpasso su Paris. Lo svizzero (400) è in vantaggio di 16 punti nei confronti dell’azzurro (384). L’altoatesino, però, recupera terreno in quella generale, portandosi a 556 punti. In testa c’è sempre Alexis Pinturault (613) davanti ad Henrik Kristoffersen (611), con entrambi che possono allungare nello slalom di domani.
andrea.ziglio@oasport.it
Wengen
Paris: "Più che contento, primo podio a Wengen. La Coppa? Presto per parlarne"
18/01/2020 A 14:57
Wengen
Mayer sorprende Pinturault nella combinata e vince, podio stregato per Tonetti
17/01/2020 A 14:03