Flavio Roda, presidente della FISI, Federazione Italia Sport Invernali, ha lanciato l’allarme, tramite le pagine del QN, per quanto concerne la complicata ripartenza della stagione sciistica in Italia. “Il problema non è tenere aperti o chiusi gli impianti. Con un protocollo condiviso da tutto il mondo dello sci si possono aprire aprire le piste senza problemi. Se la regola deve essere tutto chiuso non serve. Aprire a gennaio non è la soluzione“.
È arrivato il Black Friday su Eurosport! Accedi alla nostra incredibile offerta e goditi tutti gli eventi di sport invernali nel 2021 scontati del 50% sul prezzo annuale!
Roda affronta nello specifico la questione del protocollo: “Deve basarsi su poche cose ma fondamentali. Gli sciatori sono ben vestiti e protetti, le file vanno controllate e diradate, le casse per gli ski pass possono lavorare online, i rifugi devono rispettare le regole imposte a bar e ristoranti con solo asporto. E ovviamente mascherine per tutti“. In chiusura della sua intervista Roda parla dei danni economici che subirà l’intero settore: “I danni sono incalcolabili. Molti esercizi non riusciranno ad alzare la serranda. La montagna è già esposta all’incognita del maltempo, questa è la mazzata finale“.
Coppa del Mondo
Pinturault, che sfida col Kristoffersen: il parallelo è del francese
27/11/2020 A 18:33

Pinturault, che sfida col Kristoffersen: il parallelo è del francese

Coppa del Mondo
Qualificazioni parallelo: Luitz il migliore, azzurri eliminati
27/11/2020 A 11:20
Coppa del Mondo
Bassino: "Giornata positiva, sono più che soddisfatta"
26/11/2020 A 19:27