Mai arrendersi, nemmeno alla prima difficoltà. A darcene ulteriore insegnamento questa volta è Richard Jouve, neovincitore della sfera di cristallo nella sprint in Coppa del Mondo 2021/2022 di sci di fondo. Il francese ha avuto la possibilità di ribaltare le sorti della coppa di specialità all'ultima gara, dato che il leader Johannes Hoesflof Klaebo - che pareva inavvicinabile fino ad una settimana prima - è rimasto costretto a guardare le ultime due prove da casa, positivo al Covid-19. E l'ha sfruttata con uno storico successo nella tappa di Falun, sormontando con forza d'animo un ostacolo che sembrava andare oltre le proprie potenzialità.
Obbligato a vincere, ai quarti di finale Jouve si inciampa su un prisma che delimita il tracciato. Per poco non cade, ma il 27enne francese si ritrova staccato in fondo al gruppo, vedendo sfumare davanti ai suoi occhi la sfera di cristallo, che per un minuto abbondante sembra decisa. Eppure Jouve non molla, si riaccoda, e nel lungo rettilineo finale rimonta cambiando addirittura binario in corso d'opera, fino a strappare il secondo posto, che vale l'accesso alle semifinali. La fiammella resta ancora accesa.

Da ultimissimo a secondo, il miracolo di Jouve che tiene viva la coppa

Falun
Agli Stati Uniti la prima staffetta mista, Italia 6ª
13/03/2022 A 10:40
Da quel momento in poi non ce n'è per nessuno. Richard Jouve vince la propria semifinale e domina la finale, ribaltando clamorosamente le sorti. Grazie ai primi due trionfi della carriera nelle ultime due gare della stagione, diventa il primo francese a conquistare la coppetta nella sprint maschile, in passato sempre appartenuta ad uno scandinavo o un italiano. Irrefrenabile la gioia sua, del compagno di squadra Lucas Chanavat (terzo) e di tutto lo staff una volta sul podio dell'ultima gara stagionale in tecnica classica, condiviso con il finlandese Joni Maki.
Federico Pellegrino agguanta la finale, nonostante una tecnica e una neve svantaggiose per le sue peculiarità. L'azzurro però si spegne nel lungo rettifilo, chiudendo al quinto posto, tra i norvegesi Sivert Wiig e Lars Agnar Hjelmeset. Si fermano ai quarti Francesco De Fabiani e Simone Mocellini, quest'ultimo per la prima volta a punti in Coppa del Mondo.

Storico Jouve, la coppa di sprint è sua! Rivivi la finale

Nella prova femminile, Jonna Sundling polverizza la concorrenza e conquista la terza vittoria nelle ultime quattro gare, compreso l’oro di Pechino 2022. Gara senza storia sin dai quarti di finale per la padrona di casa, mai impensierita dalle avversarie. Nell’ultimo atto Sundling va in fuga e le altre si devono accontentare per il secondo posto. Sul podio, a distanza di oltre otto secondi (un’infinità per questo format di gara) ci salgono le altre due più costanti in stagione, la slovena Anamarija Lampic e la svedese Maja Dahlqvist, che alza la coppa di specialità. Tuttavia, nell’ultima sprint di questa stagione, tutti sono impressionati per la 27enne svedese campionessa olimpica in carica, per come ha dominato da inizio 2022.
Niente da fare per le due azzurre qualificate nelle trenta, Caterina Ganz e Nicole Monsorino (classe 2000, anche per lei primi punti in carriera), escluse nelle batterie.

Sundling per dispersione, vince anche l'ultima sprint in casa

Falun
Storico Jouve, la coppa di sprint è sua! Rivivi la finale
11/03/2022 A 13:09
Falun
Da ultimissimo a secondo, il miracolo di Jouve che tiene viva la coppa
11/03/2022 A 12:11