Si è conclusa poco fa la sprint maschile a tecnica classica di scena a Oberstdorf, in Germania, valida come quarto appuntamento del Tour de Ski. La vittoria è ancora una volta di Johannes Hoesflot Klaebo, che con il successo odierno va sulle orme di Bjorn Daehlie. Il confronto tra i due è presto fatto: 45 vittorie l’uno, 46 l’altro in eventi per la Coppa del Mondo; per il numero di ori olimpici e mondiali c’è ancora tempo, ma la cosa impressionante del ruolino di marcia di Klaebo è legata all’età, 25 anni.

De Fabiani ci prova, Klaebo leggendario: rivivi la finale

In quest’occasione, la sua “vittima” (sportivamente parlando) è il connazionale Erik Valnes: 2’54″77 il tempo del vincitore, 2’55″14 quello del secondo. Quattro i norvegesi davanti: oltre a Klaebo e Valnes, ci sono Paal Golberg a 3″35 ed Even Northug a 3″39. Completano il novero dei finalisti lo svedese Calle Halfvarsson a 3″90 e un validissimo Francesco De Fabiani. Molto bravo a battagliare nel quarto di finale di Northug per il secondo posto, l’azzurro riesce a guadagnare insieme a Halfvarsson il pass come ripescato in una seconda semifinale da brividi. In finale non tiene il passo, ma la performance è comunque di livello.
Tour de Ski
Roethe domina la salita del Cermis, ma il Tour è di Klaebo
04/01/2022 A 16:52

De Fabiani ritrova il sorriso: 6° a Lenzerheide

Niente da fare, invece, per Federico Pellegrino, fuori ai quarti di finale nonostante un lunghissimo duello con il ceco Michal Novak, in grado di precederlo per soli quattro centesimi sul traguardo. Il tempo di 3’00″23 lo colloca, ad ogni modo, in tredicesima posizione complessiva, dunque come primo di coloro che sono rimasti fuori dai ripescaggi.
La sprint femminile in tecnica classica disputata ad Oberstdorf, in Germania, valida per il Tour de Ski (e per la Coppa del Mondo) di sci di fondo, registra la vittoria della russa Natalia Nepryaeva, che batte la svedese Johanna Hagstroem. Completa il podio la finlandese Johanna Matintalo.

Matintalo crolla, Neprayeva rimonta e fa colpo doppio

Così le tre azzurre che avevano superato le qualificazioni del mattino: Greta Laurent sfiora l’ingresso in finale ed è settima, fuori ai quarti Caterina Ganz, 26ma, e Lucia Scardoni, 28ma. Nella prima serie dei quarti secondo giallo per la svedese Frida Karlsson, retrocessa al 30° posto oggi e gravata di 3’00” di penalità nella classifica del Tour.
La finale viene vinta dalla russa Natalia Nepryaeva, 14ma nelle qualificazioni al mattino, che chiude in 2’36″41, battendo la svedese Johanna Hagstroem, seconda col pettorale numero 2, di 0″32. Terza la finlandese Johanna Matintalo, prima nelle qualificazioni, a 0″86, molto più staccate tutte le altre contendenti. In semifinale la prima serie è la più veloce e qualifica quattro atlete all’ultimo atto, così saluta la compagnia l’azzurra Greta Laurent, quinta al mattino, che si classifica al settimo posto assoluto (terza nella seconda semifinale), mentre avanzano tutte le altre favorite della vigilia. Nei quarti di finale esce di scena la statunitense Jessie Diggins, 21ma assoluta, danneggiata dalla svedese Frida Karlsson, poi retrocessa e penalizzata. Fuori anche le azzurre Caterina Ganz, caduta, che chiude 26ma assoluta, e Lucia Scardoni, che si classifica 28ma.

Che inizio la sprint donne, cade la leader Diggins!

Tour de Ski
Weng conquista il Cermis, a Neprayeva il Tour de Ski
04/01/2022 A 12:23
Tour de Ski
Klaebo padrone anche nella 15 km! Rivivi il suo arrivo
03/01/2022 A 16:03