La campionessa olimpica Sofia Goggia si lascia andare anche davanti ai microfoni. Lo ha fatto su “La Stampa” e su “Tuttosport”, raccontando molto di sé e delle sue passioni anche extra sci. Amante dello sport di ogni tipo, soprattutto di tutto ciò che velocità, Sofia racconta del suo recentissimo ritrovato amore per moto e macchine.
Sono stata sulla pista in Franciacorta grazie alla Dainese: è stata una figata!
Sci
Nadia Fanchini torna a sciare a 98 giorni da operazione al braccio: "Evviva!"
04/10/2017 A 17:00

Moto e macchine

Ha detto esaltata. “Non avevo mai girato in pista con una moto, anche se dieci anni fa avevo una Ktm e quindi so come si fa. Però avevo paura di fare una cavolata, così non l’ho detto a nessuno, né mamma ,é allenatori”. Amante del brivido, un po’ folle, ma testarda e già in preparazione. “Appena tornata dalla mega vacanza in Argentina mi sono messa sotto. Mi sto facendo un mazzo colossale, ma da quello non scappi se vuoi andare forte. Cerco sempre di variare a livello motorio, ecco perché mi capita di sperimentare anche allenamenti molto diversi, quest’anno ci ho messo dentro anche moto e macchine”. Si, perchè oltre al giro in Franciacorta, la Goggia ha fatto anche la Drive Experienxe Audi al Mugello. “Figo anche quello”, ha commentato.

CR7

Poi c’è il capitolo tifo calcistico, che per Sofia significa Juventus. E con l’arrivo di Cristiano Ronaldo la domanda è venuta spontanea. “Il suo arrivo è qualcosa pazzesco – dice lei - Non vedo l’ora di osservarlo giocare e carpirne qualche segreto, anche se io non mi sento come lui: tutto precisino, perfetto, io no!”.

Cristiano Ronaldo nel giorno del suo arrivo a Torino

Credit Foto PA Sport

Obiettivi

Mentre invece è concentratissima sulla sua vita, da single e da sciatrice. “Non ho neppure il tempo per innamorarmi. Pressone? Per me è solo quella che metto negli scarponi quando faccio le curve. Ho imparato a vivere nella mia bolla. Mi sono posta degli obiettivi, l’ho fatto il giorno dopo aver conquistato la Coppa di discesa: voglio alzare l’asticella, ci sono Mondiale e Coppa. Vorrei riconfermarmi in discesa e prendermi anche il superG. Secondo me è la disciplina nella quale sono più forte, ma anche quella nella quale non ho ancora trovato la quadra. E per farlo devo tornare in gigante. Motivo per cui ho cambiato un po’ la preparazione”.

Torino, Milano o Cortina 2026

“L’Italia rivuole le Olimpiadi? Non dovrei prendere posizione perché sono della Finanza. Diciamo che l’Olympia (Cortina) è la mia preferita. Se mi vedo in pista tra 8 anni? Certo. Sono focalizzata su questo quadriennio che porterà a Pechino 2022, ma nel 2026 avrò 33 anni. Come la Vonn. Potrei campare d’esperienza. E un’Olimpiade in casa...”.
Sci
CTS: "Verso nuovo rinvio apertura sci. Mondiali Cortina senza pubblico"
12/01/2021 A 18:42
Sci
Scontro tra auto, incidente per Sofia Goggia: l'azzurra esce illesa
07/11/2019 A 18:17