Dopo le bordate a suon di accuse e dichiarazioni al vetriolo, il lavoro di diplomazia sembra aver dato i suoi frutti e ormai i dubbi si sono quasi diradati. Arianna Fontana sarà la stella della spedizione azzurra anche a Milano-Cortina 2026, chiudendo davanti al pubblico italiano un percorso a cinque cerchi iniziato a Torino nel lontano 2006. A sbilanciarsi è proprio la 32enne leggendaria fuoriclasse dello short track tricolore che, a margine della conferenza stampa per il rinnovo della partnership fra Coni ed Herbalife, ha ammesso come il dialogo con la FISG e il numero uno Andrea Gios sia riaperto e come molto presto si conosceranno anche i programmi che accompagneranno Arianna nel prossimo quadriennio olimpico.
"Nell'incontro tenuto recentemente a Roma, ho espresso alla federazione il desiderio di proseguire e di prendere parte ai Giochi di Milano-Cortina 2026. La federazione ha espresso la volontà di continuare a supportarmi. Il primo passo è stato compiuto nella direzione che speravo e in futuro ci sarà una nuova riunione. Spero soltanto che le cose si facciano in fretta, perché 4 anni fino alla prossima Olimpiade invernale sembrano pochi, ma non lo sono. E comunque non ho più vent'anni, dovrò gestire tutto diversamente. Dovrà iniziare una nuova avventura”.

Arianna Fontana: "Milano-Cortina insieme a Lollobrigida? Perché no..."

Short Track
Segnali di distensione tra Fontana e FISG: "Pace più vicina"
05/04/2022 ALLE 17:00

Malagò: "Arianna mi pronosticò le 3 medaglie di Pechino in busta chiusa prima di partire"

A lavorare al fianco della donna italiana più medagliata della storia dei Giochi Olimpici sarà ancora il marito Anthony Lobello che, al Corriere dello Sport, non ha nascosto la propria disponibilità ad entrare nei ranghi federali in qualità di tecnico: “Sono una persona che può mettere più di un cappello – ha scherzato utilizzando una metafora - Se qualcuno non ha fiducia non ne conosco il motivo. Abbiamo svolto un buon lavoro e io continuerò a svolgerlo finché Arianna vorrà”.

Arianna Fontana insieme a Anthony Lobello, Getty Images

Credit Foto Getty Images

Il proseguimento della carriera sportiva di Fontana è stato applaudito in primis dal numero uno dello sport italiano, Giovanni Malagò che a margine di un evento ha anche svelato un retroscena di Pechino 2022: “Arianna mi pronosticò le sue tre medaglie in busta chiusa alla vigilia della partenza per gli ultimi Giochi. Ha sbagliato soltanto il gradino del podio dei 500, perché aveva scritto ‘argento’ e invece è stato oro”.
Fontana ha voluto anche scrivere la parola fine sulla diatriba con Tommaso Dotti, che aveva accusato di averla ostacolata in allenamento: “Non l'ho più visto, ma comunque ho già detto di aver perdonato quei fatti e non ho altro da aggiungere”.

Milano-Cortina 2026, ci siamo! Bandiera olimpica all'Italia e Inno di Mameli al Bird's Nest

Short Track
Pietro Sighel: "La mia condizione in Nord America? Ero al 90% del mio potenziale"
14/11/2022 ALLE 21:25
Short Track
Italia, che staffetta femminile! Terzo posto a Salt Lake City
07/11/2022 ALLE 07:37