Per il Giappone si tratta di una prima volta, non proprio edificante: la prima volta che un atleta del Sol Levante viene pizzicato dall'antidoping a un'edizione di un'Olimpiade Invernale. Kei Saito ha infatti "fallito" un test antidoping: si tratta di una riserva della squadra giapponese di short track e sarebbe stato impegnato nella prova dei 5000 metri.

Il Comitato Olimpico Giapponese ha indetto una conferenza stampa per la giornata di martedì 13 settembre, nel frattempo la sostanza dopante non è ancora stata resa nota. Ne sapremo di più nelle prossime ora; quello che è certo è che abbiamo ufficialmente il primo caso di positività ai Giochi Olimpici di PyeongChang 2018.