Le Olimpiadi Invernali di PyeongChang 2018 hanno finora dato all’Italia una sola medaglia, quella di Dominik Windisch nella sprint di biathlon, ma domani sarà una giornata molto importante per la squadra azzurra, perchè sul ghiaccio tornano Arianna Fontana e Martina Valcepina. La fantastica coppia dello short track italiano sarà impegnata nei 500 metri, alla caccia di quella medaglia tanto attesa ed auspicabile all’inizio dei Giochi Olimpici.

Non sarà per niente facile, perché i 500 metri sono davvero una gara imprevedibile, dove anche il più piccolo degli episodi può cambiare le sorti della competizione. Le due azzurre sono andate molto bene in stagione in Coppa del Mondo, salendo entrambe sul podio e addirittura agli Europei hanno fatto doppietta con Valcepina davanti a Fontana. La portabandiera azzurra, inoltre, sale sul podio olimpico da due edizioni consecutive e le manca solamente la medaglia d’oro dopo il bronzo di Vancouver e l’argento di Sochi.

Le possibilità di volare sul podio ci sono, ma il plotone delle avversarie è veramente numeroso. Dopo le batterie di sabato hanno impressionato la coreana Choi Minjeong e la britannica Elise Christie, entrambe scese sotto il record olimpico. La padrona di casa sarà spinta anche dal tifo dei tantissimi coreani che riempiranno fino all’ultimo posto lo stadio dello short track, mentre Christie è una vecchia conoscenza soprattutto per Fontana, visto che proprio la britannica aveva causato la caduta della valtellinese nei 1000 metri a Sochi.

Non solo loro due, ma la coppia azzurra deve stare molto attenta anche alle due canadesi Kim Boutin e Marianne St. Gelais, quest’ultima inserita nel quarto di finale di Fontana insieme anche all’olandese Van Kerkhof e alla polacca Maliszewska.
Ancora più complicato il quarto di finale di Martina Valcepina, che scenderà sul ghiaccio proprio con la coreana Choi e poi con la cinese Qu Chunyu, altra candidata ad un posto in finale, e alla sempre pericolosa ungherese Petra Jaszapati.
Sarà una battaglia davvero incredibile.