La quinta giornata del Gibraltar Open ha riservato diverse sorprese ma la più importante è sicuramente l’eliminazione di Mark Selby ad opera di un ispirato Chris Wakelin, anche perché con questo risultato Judd Trump si aggiudica matematicamente il bonus da 150 mila sterline della European Series. Fuori anche Mark Williams e Stuart Bingham, quest’ultimo battuto da un Jimmy White in stato di grazia.
Tutto lo sport di Eurosport LIVE, Ondemand e senza pubblicità per un anno intero a metà prezzo!

Gibraltar Open: Vahedi vince contro Williams: 4-3

Northern Ireland Open
Higgins sigilla con un 90 la vittoria su Bing Tao e va in finale
7 ORE FA

BENE MURPHY, GILBERT E ALLEN AVANZANO SOFFRENDO

La giornata si è aperta con la bella vittoria di Shaun Murphy su Luca Brecel, il quale non è riuscito a ripetere la bella prestazione del primo turno. Murphy si è portato sul 3-0 realizzando due mezzi centoni nel secondo frame e vincendo gli altri due più frammentati, poi Brecel ha accorciato le distanze aggiudicandosi il quarto ma l’inglese ha chiuso sul 4-1 con un centone. Sul tavolo numero 2 vittoria drammatica di Mark Allen contro il quindicenne ucraino Iulian Boiko, che al primo turno aveva battuto al decisivo l’esperto O’Brien registrando così la sua prima vittoria da professionista. Anche con Allen il match è andato al decider e il finale è stato di quelli da cardiopalmo, con Boiko che si è portato avanti con una serie da 36 e poi ha imbucato altre due rosse prima che il gioco si spezzettasse. Allen è riuscito a portarsi sul 64-42 lasciando sul tavolo 22 punti a partire dalla marrone della serie finale. Il giovane ucraino ha imbucato marrone, blu e rosa ma ha sbagliato la nera che gli avrebbe dato il pareggio del frame e quindi la possibilità di giocare la nera di spareggio. Con lo spareggio ancora possibile, Allen ha sbagliato un’imbucata nell’angolo in basso a sinistra ma la nera è corsa lungo la sponda per andare a depositarsi nell’angolo in alto. Un fluke beffardo per Boiko, che ha perso il match ma comunque ha confermato di essere una vera promessa.
Tornando al tavolo televisivo, sofferta vittoria per il numero 17 del mondo David Gilbert contro Jimmy Robertson. Anche qui si è andati al decider e anche qui c’è stato un fluke a favorire il giocatore più forte, anche se la situazione è stata meno drammatica e decisiva di quella vista in precedenza. Comunque un’importante vittoria per Gilbert in una stagione per lui molto difficile. Frame decisivo anche tra Rod Lawler e Thepchayia Un-Nooh, con quest’ultimo che ha recuperato dall’1-3 mettendo il turbo nel finale e concludendo con serie da 61, 119 e 73.

David Gilbert batte Jimmy Robertson 4-3

NEL POMERIGGIO DELLE SORPRESE CHE VITTORIA PER JIMMY WHITE!

Fin qui i favoriti avevano rispettato il pronostico, anche se come abbiamo visto non senza sofferenze. Ma nel pomeriggio sono iniziate le grandi sorprese, a partire dall’eliminazione del tre volte campione del mondo Mark Williams ad opera dell’iraniano Soheil Vahedi, numero 97 del mondo. A dire il vero Williams aveva iniziato molto bene, piazzando un centone nel primo frame e andando avanti con una serie da 47 nel secondo. Ma un errore su una nera dallo spot lo ha destabilizzato e da lì il match si è ingarbugliato, prendendo tempistiche più adatte al giocatore iraniano e mandando in confusione il gallese. Vahedi ha vinto quel frame ma Williams è riuscito in qualche modo a tornare avanti aggiudicandosi un terzo frame durato 27 minuti. Ancora più lungo il quarto frame, una battaglia da 37 minuti vinta sui colori finali da Vahedi che poi si è aggiudicato anche il quinto. Williams è riuscito a forzare il decisivo con una serie conclusiva da 70 che ha ridato un po’ di qualità al match, fin lì non certo spettacolare. Ma proprio quando il gallese sembrava ormai lanciato verso la vittoria è arrivato il capolavoro di Vahedi, ex campione del mondo a livello dilettanti ma non esattamente noto per il suo gioco di serie. In effetti fino a quel punto l’iraniano non aveva realizzato neanche un mezzo centone ma nel decider ha piazzato una magnifica serie da 102, solo il secondo centone della sua stagione e appena l’ottavo della carriera. Un evento quindi molto raro per lui ma, in maniera quasi simbolica, Vahedi non poteva trovare momento migliore per realizzarlo.
La seconda grande sorpresa è arrivata nel match successivo sul tavolo televisivo, con la vittoria di Jimmy White su Stuart Bingham. A 58 anni suonati White continua a giocare con lo spirito di un ragazzino e in questo torneo sembra aver trovato quella forma che mancava da tempo. Dopo aver rimontato dallo 0-3 nel primo turno per battere Joe O’Connor al decisivo, nel secondo ha fatto anche meglio con il 4-2 sull’ex campione del mondo Bingham. Jimmy è andato avanti 1-0 facendo subito capire che non intendeva fare solo un’apparizione televisiva, poi Bingham ha realizzato un mezzo centone per impattare il risultato. Stesso andamento nei due frame successivi, con White a vincere un frame più spezzettato e Bingham a mettere più qualità con un altro mezzo centone. White è andato sul 3-2 seguendo lo stesso canovaccio e nel sesto frame Bingham ha preso subito in mano il gioco impostando una serie. Ma quando ci si aspettava che il numero 14 del mondo andasse fino in fondo nel frame è arrivato un suo errore su una rossa in angolo a quota 11 che ha messo in moto White, il quale è andato vincere con una serie vincente da 74, l’unico mezzo centone del suo match. Bingham non ha certo giocato un grande match ma era da tempo che non vedevamo l’amatissimo Jimmy giocare con tanta grinta e determinazione, cosa che ovviamente ha riempito di gioia i tanti appassionati che ancora lo adorano. Sui tavoli esterni da segnalare un’altra bella prestazione del ritrovato Ali Carter, che dall’1-2 contro Ben Woollaston ha piazzato tre centoni consecutivi per aggiudicarsi il match.

Jimmy White vince il match 4-2 con Bingham: è terzo turno

WAKELIN BATTE SELBY… E TRUMP RINGRAZIA

Con i match del pomeriggio si è concluso il secondo turno ma le sorprese non sono finite, anzi nel primo match televisivo di terzo turno c’è stata la più clamorosa con l’eliminazione del numero 4 del mondo Mark Selby ad opera del numero 62 Chris Wakelin. Quest’ultimo non aveva iniziato per niente bene perdendo a zero il primo frame ma a partire dal secondo ha capito che l’avversario non era in una grande serata e ha preso coraggio, andando sull’1-1 e poi portandosi in vantaggio con una serie da 67. Selby ha pareggiato a quota 2 con una serie da 91 ma Wakelin, non certo conosciuto come rifinito giocatore di serie, ha messo anche grande qualità nel gioco d’attacco con una favolosa ripulitura totale da 137 per poi tenere a bada il tre volte campione del mondo nel sesto frame, che gli ha dato la vittoria per 4-2. Successo importantissimo e di grande prestigio per Wakelin ma festeggia anche Judd Trump, il quale con l’eliminazione di Selby si è matematicamente aggiudicato il jackpot della European Series, di cui questo torneo è l’evento conclusivo. E con le 150 mila sterline vinte, peraltro senza neanche essere impegnato in questa giornata, il numero 1 del mondo potrà sicuramente permettersi di offrire da bere a Wakelin, come ha simpaticamente affermato in un tweet:
Merita una segnalazione anche la bella vittoria di Matthew Selt sul numero 6 del mondo Kyren Wilson, arrivata al decisivo come quella del turno precedente contro il numero 15 del ranking Barry Hawkins. Selt, che in classifica è numero 35, è un buon giocatore che però ultimamente stava ottenendo risultati mediocri. Ma l’impressione è che l’attenzione ricevuta per il match di primo turno contro il rientrante Stephen Hendry lo abbia stimolato a ritrovare la forma migliore, anche in virtù dell’amicizia che li lega. Stimoli che forse sono gli stessi che hanno spinto Jimmy White, anche se in questo caso più che di amicizia bisogna parlare di antica rivalità. Insomma, l’effetto-Hendry sta influenzando non poco questo torneo, anche se il Re del Crucible ha perso al primo turno.

Jimmy Robertson commette fallo e si ferma: grande sportività

SESTA GIORNATA

Sabato si conclude il terzo turno e a seguire si disputano gli ottavi. Nei match della mattinata e del primo pomeriggio impegnati tra gli altri Judd Trump, Shaun Murphy, Jack Lisowski e Mark Allen, mentre i match serali sono ovviamente ancora da determinare. Vedremo la sesta giornata del Gibraltar Open sull’app e sui canali TV di Eurosport a partire dalle 10.
Northern Ireland Open
Allen ne infila 133 a casa sua: pubblico di Belfast in estasi
10 ORE FA
Northern Ireland Open
Quarti: Allen batte Trump e va in semifinale
UN GIORNO FA