Buona giornata per Williams, che sembra aver ritrovato la forma migliore, bene anche Robertson contro un buon Lisowski. Nei match che andavano ad iniziare ottime prime sessioni per Selby e Murphy.

PRIMA SESSIONE

Nel match televisivo della mattinata si è concluso l'ottavo di finale tra Neil Robertson e Jack Lisowski. I due ripartivano dal 9-7 per Robertson, dopo una prima sessione con partenza difficile di entrambi vinta dall’australiano per 5-3 e una seconda sessione da 4-4 nel quale ci sono stati i fuochi d’artificio. E lo spettacolo è continuato in quella conclusiva, con Robertson che ha iniziato alla grande con serie da 126 e 87 per portarsi a +4. Lisowski si è poi aggiudicato un frame combattuto nel quale Robertson ha commesso un fallo decisivo sull’ultima rossa, poi l’australiano si è portato alla pausa avanti 12-8 grazie a una serie da 70 nata da un fluke su una giocata tattica. Lisowski ha vinto il successivo con una serie da 71 ma Robertson ha chiuso sul 13-9 grazie a una serie conclusiva da 90. Il numero 3 del mondo ha impressionato per la qualità del gioco e per la potenza di fuoco, realizzando quattro centoni nel match e portandosi a sette nel torneo, ma Lisowski non ha affatto sfigurato e anzi ha dimostrato di poter competere con i migliori sui palcoscenici più importanti, uscendo a testa alta dal Mondiale dopo la convincente vittoria contro Carter al primo turno.
Mondiali
Mark Selby alza la coppa di campione del mondo di snooker
03/05/2021 A 21:39

Robertson, centone nel 17° frame contro Lisowski

Ma ai quarti avanza in maniera trionfale Robertson, che punta a vincere il secondo titolo mondiale dopo quello del 2010. Sull’altro tavolo si è disputata la sessione centrale del match tra Mark Williams e John Higgins che ripartivano dal 5-3 per il gallese, il quale aveva vinto gli ultimi quattro frame della prima sessione. E Williams ha continuato a giocare alla grande con giocate spettacolari, vincendo cinque frame di fila per una striscia di nove a cavallo delle due sessioni. Sul 10-3 il match sembrava destinato addirittura alla conclusione con una sessione d’anticipo ma, come fanno spesso i grandi campioni, Higgins ha improvvisamente cambiato marcia impostando un possibile 147 nel quattordicesimo frame. Purtroppo lo scozzese ha mancato il difficile piazzamento per la quindicesima nera fermandosi a 113 e non riuscendo quindi a ripetere l’exploit già realizzato lo scorso anno, però il tentativo lo ha caricato permettendogli di realizzare un altro centone e poi una serie da 82 per limitare i danni e chiudere la sessione sul 10-6 in favore di Williams. Con un Higgins che si stava facendo pericoloso la fine della sessione è arrivata al momento giusto per il gallese, come ha dichiarato lui stesso in un tweet:

SECONDA SESSIONE

Il match che andava a concludersi era quello tra Kyren Wilson e Barry Hawkins, i quali ripartivano dal 9-7 per Wilson. L’incontro è andato a fasi alterne, con Wilson che aveva vinto l’ultimo frame della prima sessione chiusa sul 4-4 e poi ne aveva infilati cinque consecutivi all’inizio della seconda. A quel punto Hawkins aveva vinto gli ultimi tre per chiudere la sessione sotto 9-7 e in quella conclusiva il Falco ha portato la striscia a cinque, iniziando con un centone ed aggiudicandosi il frame successivo per il 9-9. Wilson ha poi vinto un combattutissimo diciannovesimo frame durato più di 43 minuti e con il successivo si è portato alla pausa avanti 11-9. Al rientro Hawkins è tornato a -1 grazie a una serie da 78 ma Wilson ha chiuso il match sul 13-10 con una serie da 90 e un centone finale. Ai quarti si qualifica quindi Kyren Wilson, che affronterà Neil Robertson in un match che promette scintille. Per l’inglese, che deve ancora compiere 30 anni, si tratta della sesta edizione del Crucible consecutiva in cui arriva almeno ai quarti di finale su sette apparizioni complessive, come segnalato su Twitter dal sempre ottimo Matt Huart:
Intanto sull’altro tavolo era iniziato il match tra Mark Selby e Mark Allen. Selby era reduce dalla strepitosa prestazione contro Maflin e anche con Allen ha iniziato molto bene, piazzando tre mezzi centoni per vincere i primi due frame. Il nordirlandese si è poi aggiudicato in più riprese il successivo ed è andato alla pausa sul 2-2 grazie a una serie da 67 nel quarto. Ma da lì in poi ha preso il sopravvento Selby, che ha piazzato serie da 61, 134 e 63 per portarsi sul 5-2 e poi ha chiuso la sessione vincendo l’ultimo frame per un netto 6-2 in suo favore. Allen non è certo tagliato fuori in un match su lunga durata ma per lui non sarà facile rientrare, perché Selby sembra aver ritrovato quella forma che gli aveva consentito di vincere tre titoli mondiali in quattro anni tra il 2014 e il 2017.

SESSIONE SERALE

In serata c’è stata la conclusione del match tra Mark Williams e John Higgins, con il gallese avanti di quattro e a tre dalla vittoria. Ci si poteva aspettare un tentativo di rimonta di Higgins, reduce dai tre frame vinti per chiudere la sessione precedente, ma Williams ha ripreso a macinare gioco vincendo il primo frame serale con una serie da 76. Higgins ha vinto il successivo ma il gallese ha chiuso prima della pausa con altri due mezzi centoni per il 13-7 finale. Visto l’andamento della seconda parte della stagione Higgins poteva essere considerato favorito del match ma certo non si può considerare una sorpresa la vittoria del gallese. Quello che invece ha sorpreso è stato lo scarto, a conferma della grande forma di Williams che sembra essere tornato quello che nel 2018 si aggiudicò il terzo titolo mondiale. Intanto sul tavolo a fianco era iniziato il match tra l’ex campione del mondo Shaun Murphy e il giovane cinese Yan Bingtao, recente vincitore del Masters. Murphy non aveva particolarmente impressionato nel primo turno vinto contro Mark Davis, nel quale comunque aveva concluso in crescendo. Ma contro Yan il numero 7 del mondo è partito fortissimo, andando rapidamente sul 3-0 realizzando anche due centoni, compreso un 144 che è la nuova serie migliore del torneo ma anche il suo best in carriera al Crucible. Yan ha risposto con una serie da 88 andando alla pausa sotto di due in una sessione che, viste le serie di qualità della prima parte, sembrava poter finire rapidamente con una sparatoria. Invece al rientro il gioco si è complicato e rallentato, dando vita a frame molto lunghi e spezzettati. Pur non essendo questa una tipologia di gioco particolarmente gradita a Murphy, l’inglese è riuscito ad aggiudicarsi tre frame approfittando di un Yan impreciso e poco lucido. La cosa è una buona notizia per Murphy, che difficilmente può vincere il match solo piazzando serie di grande qualità, mentre è preoccupante per Yan, decisamente più portato per questo stile di gioco. E in questo andamento anomalo ha senso che il giovane cinese abbia chiuso la sessione con un centone, per il 6-2 in favore di Murphy che può quindi guardare con ottimismo al prosieguo del match.

Higgins sbaglia, brucia il 147 e si accanisce sulla nera

DAY 9

Domenica mattina iniziano gli ultimi due ottavi di finale. Il primo è il derby inglese tra il numero 1 del mondo Judd Trump e David Gilbert, il quale ha ben impressionato nel primo turno. L’altro è la sfida tra gli unici due qualificati che sono arrivati agli ottavi, cioè l’ex campione del mondo Stuart Bingham e il redivivo gallese Jamie Jones. Nel pomeriggio ci saranno le sessioni centrali di Allen-Selby e Murphy-Yan, mentre in serata continueranno Trump-Gilbert e Bingham-Jones con la seconda sessione.

SU EUROSPORT

In TV il Mondiale di snooker sarà su Eurosport 2 dalle 11 alle 13 e poi dalle 15 alle 17,15, quando si passerà su Eurosport 1 fino a tarda sera. I match principali delle tre sessioni saranno rispettivamente Trump-Gilbert, Selby-Allen e ancora Trump-Gilbert, con la possibilità di seguire anche gli altri incontri di pomeriggio e sera. Come sempre tutto sarà Live (con commento in inglese) sull’app di Eurosport.

Angolazione perfetta di Hawkins: che colpo!

Mondiali
Selby campione del mondo per la quarta volta
03/05/2021 A 21:37
Mondiali
Ancora un centone per Selby al frame 30, ma non è finita
03/05/2021 A 21:21